L’analisi della matrice cheratinica si è da tempo affermata come valido strumento per accertare l’uso non recente di sostanze stupefacenti e psicotrope, tra cui la cannabis. Nonostante i numerosi vantaggi di ordine metodologico e pratico che questo metodo possiede, rimangono ancora alcuni punti deboli, tra cui la possibilità di contaminazione passiva. Per questo motivo, la determinazione dei composti presenti nella pianta Cannabis sativa, quali ∆‐9‐tetraidrocannabinolo (THC), cannabidiolo (CBD) e cannabinolo (CBN), non risulta esaustiva al fine di discriminare con certezza tra il consumo attivo e la contaminazione passiva. La ricerca del metabolita inattivo 11‐nor‐9‐carbossi‐∆-9-tetraidrocannabinolo (THC‐COOH) è stata pertanto proposta dalla Society of Hair Testing (SoHT), allo scopo di confermare il consumo attivo di cannabis. L’analisi è tuttora inserita nelle linee guida, nonostante sia caratterizzata da alcuni punti critici, fra cui la bassa concentrazione raggiunta, legata principalmente alla sua natura acida che rende sfavorevole l’incorporazione nella matrice cheratinica complicandone così il processo estrattivo. In alternativa, l’11‐idrossi‐∆‐9-tetraidrocannabinolo (11-OH-THC) può essere considerato un marker complementare per valutare l’assunzione di THC. A tal fine il nostro laboratorio ha recentemente messo a punto e validato una metodica estrattiva e strumentale per la determinazione di THC, CBD, CBN e 11-OH-THC nel capello mediante GC-MS/MS con sorgente ad impatto elettronico. Tuttavia, a differenza del THC-COOH, un cut-off per l’11-OH-THC nel capello non è ancora stato definito. Per tale motivo, lo scopo di questo studio consiste nella proposta di un valore soglia per la determinazione di 11-OH-THC nella matrice cheratinica. L’analisi della curva ROC (Receiver Operating Characteristics) è stata applicata per la valutazione del cut-off in seguito all’analisi quantitativa di 11-OH-THC e di THC-COOH in un pool di 672 campioni di capelli postivi al THC (>0.01 ng/mg). I risultati dell’analisi nel capello hanno mostrato i seguenti intervalli di concentrazioni: 0.01 e 5.34 ng/mg per THC (media 0.34 ng/mg, mediana 0.12), 0.00 – 19.2 pg/mg per THC-COOH (media 0.72 pg/mg, mediana 0.19 pg/mg) e 0.01 – 13.33 ng/mg per 11-OH-THC (media 1.09 ng/mg, mediana 0.51 ng/mg); nei peli, invece, i risultati sono stati i seguenti: 0.03 – 6.32 ng/mg per THC (media 0.82 ng/mg, mediana 0.30), 0.00 – 42.1 pg/mg per THC-COOH (media 2.70 pg/mg, mediana 1.08 pg/mg) e 0.00 – 7.88 ng/mg per 11-OH-THC (media 1.70 ng/mg, mediana 0.89 ng/mg). Considerando tali dati sperimentali raccolti presso il nostro laboratorio, un valore di cut-off pari a 0.5 pg/mg viene proposto come indicativo del consumo attivo di cannabis. I valori di AUCs per 11-OH-THC, ottenuti mediante l’analisi di ROC, sono pari a 0.873 per 590 campioni di capelli e 0.884 per 82 campioni di peli considerati. Inoltre, i risultati ottenuti per il THC-COOH (metodo controllo) e l’11-OH-THC (metodo test) sono stati ulteriormente confrontati mediante l’analisi kappa di Cohen, fornendo un dato di good agreement se valutato secondo le scale di Landis & Koch e Fleiss. In aggiunta, consideriamo che la determinazione di entrambi i metaboliti, THC-COOH e 11-OH-THC, possa fornire una valutazione più completa ed affidabile al fine di comprovare l’assunzione attiva della sostanza ed escludere la possibilità di risultati falsi positivi dovuti alle contaminazioni esterne.

11-OH-THC nel capello come marcatore del consumo di cannabis : proposta di cut-off / S. Casati, I. Angeli, A. Ravelli, M. Del Fabbro, M. Minoli, M. Orioli. ((Intervento presentato al convegno Innovazioni metodologiche ed interpretative in tossicologia forense tenutosi a Torino nel 2019.

11-OH-THC nel capello come marcatore del consumo di cannabis : proposta di cut-off

S. Casati
Primo
;
I. Angeli;A. Ravelli;M. Del Fabbro;M. Minoli;M. Orioli
Ultimo
2019-10-18

Abstract

L’analisi della matrice cheratinica si è da tempo affermata come valido strumento per accertare l’uso non recente di sostanze stupefacenti e psicotrope, tra cui la cannabis. Nonostante i numerosi vantaggi di ordine metodologico e pratico che questo metodo possiede, rimangono ancora alcuni punti deboli, tra cui la possibilità di contaminazione passiva. Per questo motivo, la determinazione dei composti presenti nella pianta Cannabis sativa, quali ∆‐9‐tetraidrocannabinolo (THC), cannabidiolo (CBD) e cannabinolo (CBN), non risulta esaustiva al fine di discriminare con certezza tra il consumo attivo e la contaminazione passiva. La ricerca del metabolita inattivo 11‐nor‐9‐carbossi‐∆-9-tetraidrocannabinolo (THC‐COOH) è stata pertanto proposta dalla Society of Hair Testing (SoHT), allo scopo di confermare il consumo attivo di cannabis. L’analisi è tuttora inserita nelle linee guida, nonostante sia caratterizzata da alcuni punti critici, fra cui la bassa concentrazione raggiunta, legata principalmente alla sua natura acida che rende sfavorevole l’incorporazione nella matrice cheratinica complicandone così il processo estrattivo. In alternativa, l’11‐idrossi‐∆‐9-tetraidrocannabinolo (11-OH-THC) può essere considerato un marker complementare per valutare l’assunzione di THC. A tal fine il nostro laboratorio ha recentemente messo a punto e validato una metodica estrattiva e strumentale per la determinazione di THC, CBD, CBN e 11-OH-THC nel capello mediante GC-MS/MS con sorgente ad impatto elettronico. Tuttavia, a differenza del THC-COOH, un cut-off per l’11-OH-THC nel capello non è ancora stato definito. Per tale motivo, lo scopo di questo studio consiste nella proposta di un valore soglia per la determinazione di 11-OH-THC nella matrice cheratinica. L’analisi della curva ROC (Receiver Operating Characteristics) è stata applicata per la valutazione del cut-off in seguito all’analisi quantitativa di 11-OH-THC e di THC-COOH in un pool di 672 campioni di capelli postivi al THC (>0.01 ng/mg). I risultati dell’analisi nel capello hanno mostrato i seguenti intervalli di concentrazioni: 0.01 e 5.34 ng/mg per THC (media 0.34 ng/mg, mediana 0.12), 0.00 – 19.2 pg/mg per THC-COOH (media 0.72 pg/mg, mediana 0.19 pg/mg) e 0.01 – 13.33 ng/mg per 11-OH-THC (media 1.09 ng/mg, mediana 0.51 ng/mg); nei peli, invece, i risultati sono stati i seguenti: 0.03 – 6.32 ng/mg per THC (media 0.82 ng/mg, mediana 0.30), 0.00 – 42.1 pg/mg per THC-COOH (media 2.70 pg/mg, mediana 1.08 pg/mg) e 0.00 – 7.88 ng/mg per 11-OH-THC (media 1.70 ng/mg, mediana 0.89 ng/mg). Considerando tali dati sperimentali raccolti presso il nostro laboratorio, un valore di cut-off pari a 0.5 pg/mg viene proposto come indicativo del consumo attivo di cannabis. I valori di AUCs per 11-OH-THC, ottenuti mediante l’analisi di ROC, sono pari a 0.873 per 590 campioni di capelli e 0.884 per 82 campioni di peli considerati. Inoltre, i risultati ottenuti per il THC-COOH (metodo controllo) e l’11-OH-THC (metodo test) sono stati ulteriormente confrontati mediante l’analisi kappa di Cohen, fornendo un dato di good agreement se valutato secondo le scale di Landis & Koch e Fleiss. In aggiunta, consideriamo che la determinazione di entrambi i metaboliti, THC-COOH e 11-OH-THC, possa fornire una valutazione più completa ed affidabile al fine di comprovare l’assunzione attiva della sostanza ed escludere la possibilità di risultati falsi positivi dovuti alle contaminazioni esterne.
Settore CHIM/08 - Chimica Farmaceutica
Settore MED/43 - Medicina Legale
Settore MED/50 - Scienze Tecniche Mediche Applicate
Gruppo dei Giovani Tossicologi Forensi Italiani
11-OH-THC nel capello come marcatore del consumo di cannabis : proposta di cut-off / S. Casati, I. Angeli, A. Ravelli, M. Del Fabbro, M. Minoli, M. Orioli. ((Intervento presentato al convegno Innovazioni metodologiche ed interpretative in tossicologia forense tenutosi a Torino nel 2019.
Conference Object
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/764651
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact