La vera vita è la letteratura: il romanzo proustiano come autobiografia dell’io profondo