Alcune riflessioni sulla produzione scritta di Costantino Mesobote da codici Ambrosiani