Marcel Proust e le virtù della ripetizione