Sommario: 1. I termini delle questioni e i profili di maggiore interesse nella prospettiva del giudizio costituzionale. — 2. La “prostituzione totalmente libera e volontaria” quale modalità di espressione della libertà di autodeterminazione sessuale? — 3. La “prostituzione totalmente libera e volontaria” quale modalità di esercizio della libertà di iniziativa economica? — 3.1. La “naturale riluttanza verso” e lo “stato di vulnerabilità nelle” scelte relative all’esercizio della libertà sessuale, compresa quella di prostituirsi. — 3.2. La tutela della dignità umana “oggettiva” nell’ambito dell’esercizio di una attività economica quale la prostituzione e la ridefinizione del bene giuridico tutelato dalle fattispecie incriminatrici: una forma di anacronismo legislativo? — 4. Osservazioni conclusive: discrezionalità del legislatore, tenore letterale delle disposizioni, evoluzione del contesto storico-sociale, interpretazione della Costituzione e limiti del sindacato costituzionale.

Dignità umana e libertà sessuale nella prostituzione libera e consapevole: interpretazione evolutiva o anacronismo legislativo? / B.M.C. Liberali. - In: RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE. - ISSN 0557-1391. - 62:3(2019), pp. 1670-1685.

Dignità umana e libertà sessuale nella prostituzione libera e consapevole: interpretazione evolutiva o anacronismo legislativo?

B.M.C. Liberali
2019

Abstract

Sommario: 1. I termini delle questioni e i profili di maggiore interesse nella prospettiva del giudizio costituzionale. — 2. La “prostituzione totalmente libera e volontaria” quale modalità di espressione della libertà di autodeterminazione sessuale? — 3. La “prostituzione totalmente libera e volontaria” quale modalità di esercizio della libertà di iniziativa economica? — 3.1. La “naturale riluttanza verso” e lo “stato di vulnerabilità nelle” scelte relative all’esercizio della libertà sessuale, compresa quella di prostituirsi. — 3.2. La tutela della dignità umana “oggettiva” nell’ambito dell’esercizio di una attività economica quale la prostituzione e la ridefinizione del bene giuridico tutelato dalle fattispecie incriminatrici: una forma di anacronismo legislativo? — 4. Osservazioni conclusive: discrezionalità del legislatore, tenore letterale delle disposizioni, evoluzione del contesto storico-sociale, interpretazione della Costituzione e limiti del sindacato costituzionale.
Corte costituzionale; prostituzione; libertà sessuale; iniziativa economica; vulnerabilità; dignità; anacronismo legislativo; discrezionalità; coscienza sociale; libertà di autodeterminazione; salute
Settore IUS/08 - Diritto Costituzionale
Settore IUS/17 - Diritto Penale
https://www.iusexplorer.it/Riviste/ShowPdfDocument?&codice=173&anno=2019&numeroFascicolo=3&filename=R173A2019F03.pdf&pagina=1&numeroPagine=708&idDatabank=142&idDocMaster=8320672&isAddenda=&isSupplemento=
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
51. Prostitute.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 4.84 MB
Formato Adobe PDF
4.84 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/695379
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact