Abstract. On February 7, a bill was proposed to the Italian Chamber of Deputies (A.C. 1580 - Cantalamessa ed altri), with the aim of modifying the current formulation of art. 97 c.p. by reducing the age limit for culpability from fourteen to twelve years. We believe that discussing such a delicate matter requires the adoption of an integrated approach that may allow to juxtapose criminal law considerations with indications from extrajudicial sciences. We therefore asked a pool of experts of various disciplines (law, criminology, philosophy, semiotics, psychology, psychoanalysis, neurosciences, computational sciences) to share their insights on the culpability of teenagers and pre-teens, starting from the aforementioned bill. We asked the pool a set of questions: ii) from your point of view, do you deem it reasonable to lower the limit for criminal culpability from 14 years (the current limit) to 12? Why? ii) should the bill be approved, what are, from a scientific perspective, the possible risks or advantages (depending on the previous answer) of it being enacted? iii) Any suggestion on the matter? The present document contains a curated synopsis of the answers and insights of our interviewees.

Lo scorso 7 febbraio, è stata presentata alla Camera dei Deputati una proposta di legge (A.C. 1580 - Cantalamessa ed altri) volta a modificare l’attuale formulazione dell’art. 97 c.p. nel senso di ridurre il limite di età per l’imputabilità del soggetto minorerenne da quattordici a dodici anni. Affrontare una questione di straordinaria delicatezza quale è quella oggetto della presente proposta di legge richiede, a nostro avviso, l’adozione di un approccio integrato, suscettibile di mettere in relazione le opportune valutazioni di tipo penalistico e criminologico con le indicazioni provenienti da diversi campi del sapere extragiuridici. Pertanto, abbiamo chiesto un gruppo di esperti in svariate materie (dal diritto, alla criminologia, alla filosofia, alla semiotica, alla psicologia, alla psicoanalisi, alle neuroscienze e alle scienze computazionali) di condividere, ciascuno con riferimento al proprio settore di competenza, le proprie riflessioni in materia di imputabilità degli adolescenti e dei preadolescenti a partire dalla citata posposta di legge. Abbiamo sottoposto a tutti gli intervistati i medesimi quesiti, ossia: i) dal Suo punto vista professionale, ritiene che sia sensato abbassare la soglia di imputabilità penale del minorenne autore di reato da 14 anni (soglia attuale) a 12 anni? Perché?; ii) nel caso in cui la proposta dovesse tradursi in legge, quali sono, dal punto di vista scientifico, i possibili rischi o, viceversa, i vantaggi (a seconda della risposta data in precedenza) della sua entrata in vigore? iii) Eventuali suggerimenti in proposito?. Il presente documento contiene una sintesi ragionata delle risposte ricevute e delle considerazioni formulate dai nostri intervistati.

Abbassare a dodici anni la soglia la soglia dell’imputabilità? Uno scambio di opinioni in tema di imputabilità minorile alla luce della recente proposta di legge / G. Berlucchi, L. Camaldo, A. Cerasa, A. Lucchelli, A. Maggiolini, F. Martelli, A. Rudelli, C. Saottini, C. Scivoletto, P. Strata, M. Tantalo. - In: DIRITTO PENALE E UOMO. - ISSN 2704-6516. - 2019:11(2019 Nov 11), pp. 27-36.

Abbassare a dodici anni la soglia la soglia dell’imputabilità? Uno scambio di opinioni in tema di imputabilità minorile alla luce della recente proposta di legge

L. Camaldo;
2019-11-11

Abstract

Lo scorso 7 febbraio, è stata presentata alla Camera dei Deputati una proposta di legge (A.C. 1580 - Cantalamessa ed altri) volta a modificare l’attuale formulazione dell’art. 97 c.p. nel senso di ridurre il limite di età per l’imputabilità del soggetto minorerenne da quattordici a dodici anni. Affrontare una questione di straordinaria delicatezza quale è quella oggetto della presente proposta di legge richiede, a nostro avviso, l’adozione di un approccio integrato, suscettibile di mettere in relazione le opportune valutazioni di tipo penalistico e criminologico con le indicazioni provenienti da diversi campi del sapere extragiuridici. Pertanto, abbiamo chiesto un gruppo di esperti in svariate materie (dal diritto, alla criminologia, alla filosofia, alla semiotica, alla psicologia, alla psicoanalisi, alle neuroscienze e alle scienze computazionali) di condividere, ciascuno con riferimento al proprio settore di competenza, le proprie riflessioni in materia di imputabilità degli adolescenti e dei preadolescenti a partire dalla citata posposta di legge. Abbiamo sottoposto a tutti gli intervistati i medesimi quesiti, ossia: i) dal Suo punto vista professionale, ritiene che sia sensato abbassare la soglia di imputabilità penale del minorenne autore di reato da 14 anni (soglia attuale) a 12 anni? Perché?; ii) nel caso in cui la proposta dovesse tradursi in legge, quali sono, dal punto di vista scientifico, i possibili rischi o, viceversa, i vantaggi (a seconda della risposta data in precedenza) della sua entrata in vigore? iii) Eventuali suggerimenti in proposito?. Il presente documento contiene una sintesi ragionata delle risposte ricevute e delle considerazioni formulate dai nostri intervistati.
imputabilità; minori autori di reato
Settore IUS/16 - Diritto Processuale Penale
DIRITTO PENALE E UOMO
https://dirittopenaleuomo.org/contributi_dpu/abbassare-a-dodici-anni-la-soglia-la-soglia-dellimputabilita/
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Camaldo_DPU_imputabilità_estratto.pdf

accesso aperto

346.63 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/690281
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact