Introduzione: La sorveglianza ambientale di Legionella pneumophila è iniziata in due strutture sanitarie dedicate all’assistenza e riabilitazione residenziale nel 2005, a cui successivamente se ne sono aggiunte 11, sempre afferenti alla Fondazione Sacra Famiglia e ospitanti circa 2500 tra minori e adulti disabili mentali e anziani. Ogni sede ha peculiarità proprie: i pazienti ospitati presentano disabilità diverse tra loro, con gravità differenti; le strutture sanitarie sono state costruite in blocchi unici o separati, con impianti idrici modificati e ampliati nel tempo. Scopo del lavoro è analizzare i dati della sorveglianza effettuata negli anni, confrontando i risultati prima e dopo il trattamento a biossido di cloro (5 sedi) e monoclorammina (2 sedi). Metodi: I campionamenti sono normalmente semestrali, con incremento della frequenza in caso di positività elevate. I campioni di acqua sono stati analizzati secondo la norma “ISO 11731-2_2004 Water quality – Detection and enumeration of Legionella part 2: Direct membrane filtration method for waters with low bacterial counts”. I risultati pre e post-trattamento sono stati analizzati calcolando numero di campioni positivi e negativi per sede, valore massimo, minimo e mediano in Unità Formanti Colonie/Litro (UFC/L), positività e distinzione per sierogruppo 1, 2-14 o Legionella sp. in percentuale. Risultati: I risultati si riferiscono a 1645 campioni nelle 13 sedi, nel 51,8% di essi le analisi risultano “Not detected” , il 36% è sino a 100UFC/L, il 7% tra 101-1000UFC/L, il 5% tra 1001-10000UFC/L, 0,2% superiore a 10000UFC/L. In generale, tutte le sedi trattate, sia con biossido che con monoclorammina, evidenziano una diminuzione delle positività e delle concentrazioni di Legionella pneumophila; ad esempio, tra quelle trattate a biossido (0,02-0,57mg/L), la sede 1, con il sistema idrico più vetusto e articolato, passa dall’86% di positività (mediana 310UFC/L) con 22% sierogruppo 1, 72% sierogruppo 2-14, a 28% di positività (mediana 0UFC/L) con 26% sierogruppo 1 e 68% sierogruppo 2-14. Si osserva una situazione abbastanza sovrapponibile nelle sedi 3 e 12, ma non nella sede 9 dove oltre a diminuire le positività totali decrementano anche le percentuali del sierogruppo 1 (12,5 vs 7,5). Nella sede 7, dove gli isolati appartenevano tutti al sierogruppo 1, continua a mantenersi questa dominanza. Per quanto riguarda le sedi trattate a monoclorammina (1-3,34mg/L), nella sede 11 si passa dal 77% di positività totali (mediana 450UFC/L) al 31% in generale (mediana 0UFC/L) con la dominanza del sierogruppo 2-14 in tutti gli isolati analizzati. La sede 13, entrata per ultima nella sorveglianza, con due sole serie di analisi, passa dal 29% di positività (100% sierogruppo 1) a nessuna positività nel post trattamento. Conclusioni: La sorveglianza ha permesso di evidenziare anomalie nei sistemi di trattamento in diverse occasioni. Entrambi i trattamenti permettono sia la diminuzione dei punti di prelievo positivi sia la loro contaminazione relativa. Dalla serie di dati presentati, la relazione tra tipo di disinfettante e dominanza/prevalenza del sierogruppo di Legionella pneumophila non sempre è sovrapponibile. Ulteriori studi molecolari saranno effettuati su acque trattate per verificare la presenza di microrganismi vitali ma non coltivabili e sui ceppi isolati da acque trattate per indagarne la resistenza.

Sorveglianza ambientale di Legionella pneumophila in 13 residenze di lungo degenza del Nord Italia e confronto tra metodi di trattamento diversi / M. Tesauro, C. Dotti, M. Consonni - In: Legionellosi: una malattia prevenibile con una gestione integrata del rischio ambientale / [a cura di] M.T. Montagna, P. Borella. - Prima edizione. - [s.l] : Grafisystem snc di D. Di Marsico & C., 2019 May. - ISBN 9788899123574. - pp. 1-1 (( convegno Legionellosi: una malattia prevenibile con una gestione integrata del rischio ambientale tenutosi a Bari nel 2019.

Sorveglianza ambientale di Legionella pneumophila in 13 residenze di lungo degenza del Nord Italia e confronto tra metodi di trattamento diversi

M. Tesauro
Conceptualization
;
M. Consonni
Investigation
2019

Abstract

Introduzione: La sorveglianza ambientale di Legionella pneumophila è iniziata in due strutture sanitarie dedicate all’assistenza e riabilitazione residenziale nel 2005, a cui successivamente se ne sono aggiunte 11, sempre afferenti alla Fondazione Sacra Famiglia e ospitanti circa 2500 tra minori e adulti disabili mentali e anziani. Ogni sede ha peculiarità proprie: i pazienti ospitati presentano disabilità diverse tra loro, con gravità differenti; le strutture sanitarie sono state costruite in blocchi unici o separati, con impianti idrici modificati e ampliati nel tempo. Scopo del lavoro è analizzare i dati della sorveglianza effettuata negli anni, confrontando i risultati prima e dopo il trattamento a biossido di cloro (5 sedi) e monoclorammina (2 sedi). Metodi: I campionamenti sono normalmente semestrali, con incremento della frequenza in caso di positività elevate. I campioni di acqua sono stati analizzati secondo la norma “ISO 11731-2_2004 Water quality – Detection and enumeration of Legionella part 2: Direct membrane filtration method for waters with low bacterial counts”. I risultati pre e post-trattamento sono stati analizzati calcolando numero di campioni positivi e negativi per sede, valore massimo, minimo e mediano in Unità Formanti Colonie/Litro (UFC/L), positività e distinzione per sierogruppo 1, 2-14 o Legionella sp. in percentuale. Risultati: I risultati si riferiscono a 1645 campioni nelle 13 sedi, nel 51,8% di essi le analisi risultano “Not detected” , il 36% è sino a 100UFC/L, il 7% tra 101-1000UFC/L, il 5% tra 1001-10000UFC/L, 0,2% superiore a 10000UFC/L. In generale, tutte le sedi trattate, sia con biossido che con monoclorammina, evidenziano una diminuzione delle positività e delle concentrazioni di Legionella pneumophila; ad esempio, tra quelle trattate a biossido (0,02-0,57mg/L), la sede 1, con il sistema idrico più vetusto e articolato, passa dall’86% di positività (mediana 310UFC/L) con 22% sierogruppo 1, 72% sierogruppo 2-14, a 28% di positività (mediana 0UFC/L) con 26% sierogruppo 1 e 68% sierogruppo 2-14. Si osserva una situazione abbastanza sovrapponibile nelle sedi 3 e 12, ma non nella sede 9 dove oltre a diminuire le positività totali decrementano anche le percentuali del sierogruppo 1 (12,5 vs 7,5). Nella sede 7, dove gli isolati appartenevano tutti al sierogruppo 1, continua a mantenersi questa dominanza. Per quanto riguarda le sedi trattate a monoclorammina (1-3,34mg/L), nella sede 11 si passa dal 77% di positività totali (mediana 450UFC/L) al 31% in generale (mediana 0UFC/L) con la dominanza del sierogruppo 2-14 in tutti gli isolati analizzati. La sede 13, entrata per ultima nella sorveglianza, con due sole serie di analisi, passa dal 29% di positività (100% sierogruppo 1) a nessuna positività nel post trattamento. Conclusioni: La sorveglianza ha permesso di evidenziare anomalie nei sistemi di trattamento in diverse occasioni. Entrambi i trattamenti permettono sia la diminuzione dei punti di prelievo positivi sia la loro contaminazione relativa. Dalla serie di dati presentati, la relazione tra tipo di disinfettante e dominanza/prevalenza del sierogruppo di Legionella pneumophila non sempre è sovrapponibile. Ulteriori studi molecolari saranno effettuati su acque trattate per verificare la presenza di microrganismi vitali ma non coltivabili e sui ceppi isolati da acque trattate per indagarne la resistenza.
legionellosi, prevenzione
Settore MED/42 - Igiene Generale e Applicata
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Volume ISBN9788899123574.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 3.2 MB
Formato Adobe PDF
3.2 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/655487
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact