«Proprio quelle sacrosante parole» : discorso e giustizia nello studio di Azzecca-garbugli