In the essay, the A. scrutinizes the liability scheme in case of accidents caused by an app-driven worker. Overcoming the traditional view based on the presumed fault by the master or by the principle, which could restrict vicarious liability to employment subordination cases, the A. attributes the rationale of Article 2049 of the Italian Civil Code to the enterprise risk allocation, thus extending the liability of the platform towards third parties regardless of the independent contractor status of the tortfeasor. In dealing with the relation between the two jointly liable parties (the platform and the worker), the A. argues that a mandatory insurance scheme or the express limitation of the platform’s redress are due, in selected circumstances, in order to effectively internalize the related “cost of accidents”.

Nel saggio, l’A. si interroga sul regime della responsabilità per i danni provocati ai terzi nello svolgimento di un’attività lavorativa coordinata da una piattaforma digitale. Rinvenendo la ratio dell’art. 2049 Cod. Civ. nel rischio di impresa e non, come nelle ricostruzioni più risalenti, nella presunta colpa del committente per omesso controllo (che, invece, inevitabilmente rimanderebbe alla subordinazione), la conclusione è l’accertamento della responsabilità vicaria della piattaforma anche nell’eventualità in cui il lavoratore danneggiante non sia inquadrato come dipendente. Accertata la responsabilità solidale del lavoratore e della piattaforma verso l’esterno (i terzi), l’A. affronta in seguito il delicato problema del riparto “interno” (i.e. tra i co-obbligati in solido) della responsabilità in parola, giungendo a proporre un intervento che, mediante un sistema assicurativo obbligatorio, ovvero attraverso la limitazione ex lege del regresso/rivalsa da parte della piattaforma, abbia l’effetto di stricto sensu “internalizzare”, a certe condizioni, il “costo degli incidenti” de quibus.

Appunti sulla responsabilità vicaria delle piattaforme della On-Demand Economy / M. Biasi. - In: ADL. ARGOMENTI DI DIRITTO DEL LAVORO. - ISSN 1126-5760. - 24:2(2019), pp. 40-66.

Appunti sulla responsabilità vicaria delle piattaforme della On-Demand Economy

M. Biasi
2019

Abstract

Nel saggio, l’A. si interroga sul regime della responsabilità per i danni provocati ai terzi nello svolgimento di un’attività lavorativa coordinata da una piattaforma digitale. Rinvenendo la ratio dell’art. 2049 Cod. Civ. nel rischio di impresa e non, come nelle ricostruzioni più risalenti, nella presunta colpa del committente per omesso controllo (che, invece, inevitabilmente rimanderebbe alla subordinazione), la conclusione è l’accertamento della responsabilità vicaria della piattaforma anche nell’eventualità in cui il lavoratore danneggiante non sia inquadrato come dipendente. Accertata la responsabilità solidale del lavoratore e della piattaforma verso l’esterno (i terzi), l’A. affronta in seguito il delicato problema del riparto “interno” (i.e. tra i co-obbligati in solido) della responsabilità in parola, giungendo a proporre un intervento che, mediante un sistema assicurativo obbligatorio, ovvero attraverso la limitazione ex lege del regresso/rivalsa da parte della piattaforma, abbia l’effetto di stricto sensu “internalizzare”, a certe condizioni, il “costo degli incidenti” de quibus.
In the essay, the A. scrutinizes the liability scheme in case of accidents caused by an app-driven worker. Overcoming the traditional view based on the presumed fault by the master or by the principle, which could restrict vicarious liability to employment subordination cases, the A. attributes the rationale of Article 2049 of the Italian Civil Code to the enterprise risk allocation, thus extending the liability of the platform towards third parties regardless of the independent contractor status of the tortfeasor. In dealing with the relation between the two jointly liable parties (the platform and the worker), the A. argues that a mandatory insurance scheme or the express limitation of the platform’s redress are due, in selected circumstances, in order to effectively internalize the related “cost of accidents”.
Settore IUS/07 - Diritto del Lavoro
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MB Appunti sulla responsabilità vicaria delle piattaforme digitali. ADL 2.2019.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 1.98 MB
Formato Adobe PDF
1.98 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/645028
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact