The essay examines a particularly meaningful typology of language juxtaposition, i.e. the epigraphs written in Latin characters in eighteenth-century Russian editions. The origins of the practice and its full affirmation are linked to Michail Murav'ev, Nikolaj Karamzin and to other authors and texts of the eighteenth century. An entire cultural epoch with a strong international vocation is reconstructed, showing how in Russian Sentimentalism the reading and the emulation of writers such as Rousseau contributed to inspire the national literature.

Il saggio esamina una tipologia particolarmente pregnante di lingue a confronto, cioè le epigrafi alloglotte riportate in caratteri latini nelle edizioni russe settecentesche. Delle origini della pratica e della loro piena affermazione si forniscono le coordinate rimandando a Michail Murav’ev, Nikolaj Karamzin, e ad altri autori e testi settecenteschi. Attraverso la raccolta degli esempi si ricostruisce un’intera temperie culturale a vocazione internazionale cioè la stagione del Sentimentalismo russo, in cui la lettura e l’emulazione di scrittori come Rousseau contribuiva a ispirare la letteratura nazionale.

Citazioni alloglotte in epigrafe nella letteratura russa del Settecento / L. Rossi (DI/SEGNI). - In: Esempi di seconda mano : studi sulla citazione in contesto europeo ed extraeuropeo / [a cura di] M. Barsi, L. Pinnavaia. - Prima edizione. - Milano : Ledizioni Ledipublishing, 2019 May. - ISBN 9788867059713. - pp. 31-43

Citazioni alloglotte in epigrafe nella letteratura russa del Settecento

L. Rossi
2019-05

Abstract

Il saggio esamina una tipologia particolarmente pregnante di lingue a confronto, cioè le epigrafi alloglotte riportate in caratteri latini nelle edizioni russe settecentesche. Delle origini della pratica e della loro piena affermazione si forniscono le coordinate rimandando a Michail Murav’ev, Nikolaj Karamzin, e ad altri autori e testi settecenteschi. Attraverso la raccolta degli esempi si ricostruisce un’intera temperie culturale a vocazione internazionale cioè la stagione del Sentimentalismo russo, in cui la lettura e l’emulazione di scrittori come Rousseau contribuiva a ispirare la letteratura nazionale.
The essay examines a particularly meaningful typology of language juxtaposition, i.e. the epigraphs written in Latin characters in eighteenth-century Russian editions. The origins of the practice and its full affirmation are linked to Michail Murav'ev, Nikolaj Karamzin and to other authors and texts of the eighteenth century. An entire cultural epoch with a strong international vocation is reconstructed, showing how in Russian Sentimentalism the reading and the emulation of writers such as Rousseau contributed to inspire the national literature.
Eighteenth century; Russian Literature; Latin and Forenign citation
Settore L-LIN/21 - Slavistica
Settore L-LIN/03 - Letteratura Francese
https://www.ledizioni.it/prodotto/esempi-di-seconda-mano/
https://air.unimi.it/handle/2434/597381
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
L Rossi_Epigrafi alloglotte.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo
Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 254.52 kB
Formato Adobe PDF
254.52 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/631453
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact