L’aition dei Vinalia, episodio poco studiato dei fasti di Ovidio, si pone in rapporto di (parziale) ripresa e correzione rispetto all’Eneide. Secondo Ovidio, i Vinalia vengono fondati da Enea dopo che ha ucciso in duello Mezenzio; lo scontro fra i due guerrieri viene narrato con palesi riferimenti al modello virgiliano, calando singoli tasselli riconoscibilmente epici nella sintetica narrazione elegiaca (secondo un doppio procedimento di frammentazione del racconto e di messa a fuoco di singoli dettagli, qui ad es. la caduta a terra del vinto e il suo essere indignanti pectore al momento della morte). L’Eneide non funziona però solo come importante intertesto letterario ma anche come testo più largamente culturale, che va a dar forma alla memoria e alla consapevolezza delle vicende delle origini del Lazio. Le fonti erudite e annalistiche concordano infatti nel dire che Mezenzio sopravvive a Enea e verrà sconfitto solo da Ascanio, o scenderà a patti con lui. Il testo dei fasti è l’unico che, pur ostentando un carattere di ricerca e serietà antiquaria, mantiene la scena virgiliana della morte di Mezenzio per mano di Enea. Non siamo di fronte a una parodia o a una presa di distanza critica rispetto al poema epico, né a una sua riscrittura all’insegna della leggerezza ovidiana, come pure è stato detto: si tratta invece di un’operazione di ripresa dell’Eneide su un doppio binario, di modello letterario e culturale, in quanto la fortunata e suggestiva versione delle vicende fornita da Virgilio contribuisce a dare forma nuova alla coscienza delle origini e dell’identità romana. La grande scena finale del X libro dell’Eneide non poteva semplicemente essere cancellata e viene trasposta con le debite variazioni di impianto narrativo all’interno dell’elegia eziologica.

Literarische und kulturelle Intertextualitaet in Ovids fasti: Das Aition der Vinalia / E. Merli - In: Ovid : Werk, Kultur, Wirkung / [a cura di] M. Janka, U. Schmitzer, H. Seng. - Darmstadt : Wissenschaftliche Buchgesellschaft, 2007. - ISBN 9783534200443. - pp. 145-162

Literarische und kulturelle Intertextualitaet in Ovids fasti: Das Aition der Vinalia

E. Merli
2007

Abstract

L’aition dei Vinalia, episodio poco studiato dei fasti di Ovidio, si pone in rapporto di (parziale) ripresa e correzione rispetto all’Eneide. Secondo Ovidio, i Vinalia vengono fondati da Enea dopo che ha ucciso in duello Mezenzio; lo scontro fra i due guerrieri viene narrato con palesi riferimenti al modello virgiliano, calando singoli tasselli riconoscibilmente epici nella sintetica narrazione elegiaca (secondo un doppio procedimento di frammentazione del racconto e di messa a fuoco di singoli dettagli, qui ad es. la caduta a terra del vinto e il suo essere indignanti pectore al momento della morte). L’Eneide non funziona però solo come importante intertesto letterario ma anche come testo più largamente culturale, che va a dar forma alla memoria e alla consapevolezza delle vicende delle origini del Lazio. Le fonti erudite e annalistiche concordano infatti nel dire che Mezenzio sopravvive a Enea e verrà sconfitto solo da Ascanio, o scenderà a patti con lui. Il testo dei fasti è l’unico che, pur ostentando un carattere di ricerca e serietà antiquaria, mantiene la scena virgiliana della morte di Mezenzio per mano di Enea. Non siamo di fronte a una parodia o a una presa di distanza critica rispetto al poema epico, né a una sua riscrittura all’insegna della leggerezza ovidiana, come pure è stato detto: si tratta invece di un’operazione di ripresa dell’Eneide su un doppio binario, di modello letterario e culturale, in quanto la fortunata e suggestiva versione delle vicende fornita da Virgilio contribuisce a dare forma nuova alla coscienza delle origini e dell’identità romana. La grande scena finale del X libro dell’Eneide non poteva semplicemente essere cancellata e viene trasposta con le debite variazioni di impianto narrativo all’interno dell’elegia eziologica.
Settore L-FIL-LET/04 - Lingua e Letteratura Latina
Book Part (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/624813
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact