Sulla natura della revocazione per errore di fatto delle pronunce della Cassazione