In this paper we have analysed the temporal trend of stillbirth rates and perinatal and infant mortality rates during the period 1990-2002 in the various Italian regions, using data of the Health for All software provided in Italy by the national Institute for Health. The still birth rates declined from 542 stillbirth/1000 birth in the 1990 to 3.15/1000 birth in the 2002 with a reduction equal to 42%. Considering the perinatal mortality rates, the rate was 10.46/1000 births during the 1990 and 5.44/1000 births during the 2002. Otherwise, the infant mortality rate was 8.18/1000 live births during the 1990 and 4.36/1000 live births during the 2002. Considering the rates in the various Italian regions we observed that the rates were generally higher in the south areas of the country and in the island, but in general we observed a reduction of the differencies among the various Italian regions during the considered period.

Negli ultimi 15 anni la realtà sociale italiana è marcatamente cambiata, sia con riferimento ad una maggiore diffusione dell'assistenza ostetrica in tutte le regioni, sia al fenomeno migratorio. Abbiamo analizzato i dati relativi al numero di nati vivi e nati morti in Italia, entro il primo anno di vita. Il tasso di natimortalità ha mostrato temporanei aumenti nel corso degli anni, tuttavia ha teso complessivamente alla diminuzione, passando da 5,42 nati morti per 1000 nati nel 1990 a 3,15 nel 2002, una riduzione pari al 42%. Con riferimento alla mortalità perinatale, nel periodo 1990-2002 è diminuita da 10,46 a 5,44/1000 nati. Nel 1990 il tasso il tasso di mortalità infantile in Italia era pari a 8,18 morti nel primo anno di vita su 1000 nati vivi, il valore corrispondente nel 2002 era pari a 4,36 su 1000 nati vivi. I dati aggregati per ampie aree geografiche mostrano una diminuzione costante in tutte le aree, dove le differenze tra i tassi vanno riducendosi, pur permanendo una differenza tra Nord e Centro, Sud e Isole.

Andamento della natimortalità, della mortalità perinatale ed infantile nelle diverse regioni italiane : 1990-2002 / F. Parazzini, E. Ricci, R. Foschi, P. Bertuccio, L. Chatenoud. - In: ITALIAN JOURNAL OF GYNAECOLOGY & OBSTETRICS. - ISSN 1121-8339. - 19:3(2007), pp. 123-131.

Andamento della natimortalità, della mortalità perinatale ed infantile nelle diverse regioni italiane : 1990-2002

F. Parazzini;E. Ricci;P. Bertuccio
Penultimo
;
2007

Abstract

Negli ultimi 15 anni la realtà sociale italiana è marcatamente cambiata, sia con riferimento ad una maggiore diffusione dell'assistenza ostetrica in tutte le regioni, sia al fenomeno migratorio. Abbiamo analizzato i dati relativi al numero di nati vivi e nati morti in Italia, entro il primo anno di vita. Il tasso di natimortalità ha mostrato temporanei aumenti nel corso degli anni, tuttavia ha teso complessivamente alla diminuzione, passando da 5,42 nati morti per 1000 nati nel 1990 a 3,15 nel 2002, una riduzione pari al 42%. Con riferimento alla mortalità perinatale, nel periodo 1990-2002 è diminuita da 10,46 a 5,44/1000 nati. Nel 1990 il tasso il tasso di mortalità infantile in Italia era pari a 8,18 morti nel primo anno di vita su 1000 nati vivi, il valore corrispondente nel 2002 era pari a 4,36 su 1000 nati vivi. I dati aggregati per ampie aree geografiche mostrano una diminuzione costante in tutte le aree, dove le differenze tra i tassi vanno riducendosi, pur permanendo una differenza tra Nord e Centro, Sud e Isole.
In this paper we have analysed the temporal trend of stillbirth rates and perinatal and infant mortality rates during the period 1990-2002 in the various Italian regions, using data of the Health for All software provided in Italy by the national Institute for Health. The still birth rates declined from 542 stillbirth/1000 birth in the 1990 to 3.15/1000 birth in the 2002 with a reduction equal to 42%. Considering the perinatal mortality rates, the rate was 10.46/1000 births during the 1990 and 5.44/1000 births during the 2002. Otherwise, the infant mortality rate was 8.18/1000 live births during the 1990 and 4.36/1000 live births during the 2002. Considering the rates in the various Italian regions we observed that the rates were generally higher in the south areas of the country and in the island, but in general we observed a reduction of the differencies among the various Italian regions during the considered period.
epidemiologia ; mortalità perinatale ; mortalità infantile
Settore MED/40 - Ginecologia e Ostetricia
http://www.gruppocic.com/scheda_rivista.php?ID=29&image.x=46&image.y=12
Article (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/61717
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact