Cecchi e Sciascia : “Una grande partita di debito”