L'art. 10, comma 2, d.P.R. 448/1988 esclude l'efficacia di giudicato nel giudizio civile di danno della sentenza penale pronunciata dal giudice minorile: non è soltanto conseguenza imposta dall'inammissibilità dell'azione civile prevista nel comma 1, ma, secondo l'autore, è soprattutto espressione dell'autonomia e della specificità di un procedimento soggettivamente differenziato.

L'inefficacia extrapenale della sentenza pronunciata dal giudice minorile / P. Zoerle. - In: CASSAZIONE PENALE. - ISSN 1125-856X. - 58:11(2018 Nov), pp. 3894-3906.

L'inefficacia extrapenale della sentenza pronunciata dal giudice minorile

P. Zoerle
2018-11

Abstract

L'art. 10, comma 2, d.P.R. 448/1988 esclude l'efficacia di giudicato nel giudizio civile di danno della sentenza penale pronunciata dal giudice minorile: non è soltanto conseguenza imposta dall'inammissibilità dell'azione civile prevista nel comma 1, ma, secondo l'autore, è soprattutto espressione dell'autonomia e della specificità di un procedimento soggettivamente differenziato.
processo penale minorile; efficacia extrapenale del giudicato
Settore IUS/16 - Diritto Processuale Penale
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Zoerle_L'inefficacia extrapenale della sentenza pronunciata dal giudice minorile.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 2.53 MB
Formato Adobe PDF
2.53 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/607687
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact