L’estetica del processo penale tra visual studies e sociologia dei media