Bruno Trentin, "eretico" della democrazia