La paralisi della governance internazionale