State of the art and aim of the study - The return to the shelter of adopted dogs is a frequent occurrence, mainly due to behavioural disorders. Aim of this research was to evaluate whether it can be useful to advice the owner at the moment of adoption about behavioural matters in order to prevent behaviouralpathologies and to decrease dogs' return rates to the shelter. Material and methods - The research involved 50 shelter dogs (25 subjects in the experimental group and 25 in the control group) and their adoptive families. Before dog adoption, only the families of the experimental group received standardised behavioural advices by a vet specialised in behavior. All dogs' behaviour was monitored through a follow-up questionnairefor 6 months after adoption. Results and discussion - 6 dogs were returned to shelter; two dogs were part of experimental group (one of them was brought back because of destructiveness, the other because of family matters) andfour dogs were included in the control group (two subjects were returned because of aggressiveness toward owners, one dog because of family management problems and the other one due to family matters). The owners of both groups have reported cases of aggressiveness and house soiling; these behaviours have decreased during follow-up period. Ourpreliminary results didn't show any significant statistical differences between the two groups of dogs, probably by the low number of subjects of this pilot study. Increasing the sample could clarify the importance of a correct owner's education before dogs' adoption.

Introduzione e scopo del lavoro - Il rientro in canile di cani adottati è un evento frequente e spesso causato dalla manifestazione di patologie comportamentali. Scopo di questo lavoro è stato valutare se i consigli forniti dal Veterinario Esperto in Comportamento Animale ai futuri proprietari di cani di canile, per affrontare le eventuali problematiche comportamentali dell’animale adottato, potessero essere utili nel prevenire un successivo rientro del cane nel canile. Materiali e metodi - Lo studio ha coinvolto 50 cani ospiti di un rifugio (suddivisi in due gruppi, studio e controllo) e le relative famiglie adottanti. Prima dell’affido, è stato effettuato un colloquio tra il personale del canile, un Veterinario Esperto in Comportamento Animale e i futuri proprietari. Alle sole famiglie del gruppo studio sono stati forniti dal Veterinario Esperto in Comportamento Animale alcuni consigli relativi al comportamento canino. Il comportamento dei cani è stato monitorato telefonicamente attraverso un questionario di follow-up per sei mesi. Risultati e discussione - Sono stati riportati in canile sei cani, due appartenenti al gruppo studio (uno a causa di comportamenti distruttivi nell’abitazione, l’altro per problemi famigliari) e quattro a quello controllo (due soggetti per aggressività verso i proprietari, uno per motivi gestionali, uno per problemi famigliari). Sono stati segnalati episodi di aggressività ed eliminazione inappropriata in entrambi i gruppi, diminuiti nel corso dei follow-up. Non sono emerse differenze statisticamente significative tra i due gruppi di soggetti, probabilmente a causa del limitato numero del campione. Ulteriori indagini sono necessarie per definire l’importanza della corretta informazione pre-adozione del proprietario.

Valutazione dell'efficacia di consigli comportamentali nella riduzione dei rientri dei cani di canile : Uno studio pilota = Evaluation of behavioural advice in decreasing relinquishment of shelters dogs : a pilot study / Z. Talamonti, F. Conti, S. Cannas, E. Scaglia, M. Minero, C. Palestrini. - In: VETERINARIA. - ISSN 0394-3151. - 30:6(2016), pp. 359-367.

Valutazione dell'efficacia di consigli comportamentali nella riduzione dei rientri dei cani di canile : Uno studio pilota = Evaluation of behavioural advice in decreasing relinquishment of shelters dogs : a pilot study

Z. Talamonti
;
S. Cannas;E. Scaglia;M. Minero
Penultimo
;
C. Palestrini
Ultimo
2016

Abstract

Introduzione e scopo del lavoro - Il rientro in canile di cani adottati è un evento frequente e spesso causato dalla manifestazione di patologie comportamentali. Scopo di questo lavoro è stato valutare se i consigli forniti dal Veterinario Esperto in Comportamento Animale ai futuri proprietari di cani di canile, per affrontare le eventuali problematiche comportamentali dell’animale adottato, potessero essere utili nel prevenire un successivo rientro del cane nel canile. Materiali e metodi - Lo studio ha coinvolto 50 cani ospiti di un rifugio (suddivisi in due gruppi, studio e controllo) e le relative famiglie adottanti. Prima dell’affido, è stato effettuato un colloquio tra il personale del canile, un Veterinario Esperto in Comportamento Animale e i futuri proprietari. Alle sole famiglie del gruppo studio sono stati forniti dal Veterinario Esperto in Comportamento Animale alcuni consigli relativi al comportamento canino. Il comportamento dei cani è stato monitorato telefonicamente attraverso un questionario di follow-up per sei mesi. Risultati e discussione - Sono stati riportati in canile sei cani, due appartenenti al gruppo studio (uno a causa di comportamenti distruttivi nell’abitazione, l’altro per problemi famigliari) e quattro a quello controllo (due soggetti per aggressività verso i proprietari, uno per motivi gestionali, uno per problemi famigliari). Sono stati segnalati episodi di aggressività ed eliminazione inappropriata in entrambi i gruppi, diminuiti nel corso dei follow-up. Non sono emerse differenze statisticamente significative tra i due gruppi di soggetti, probabilmente a causa del limitato numero del campione. Ulteriori indagini sono necessarie per definire l’importanza della corretta informazione pre-adozione del proprietario.
State of the art and aim of the study - The return to the shelter of adopted dogs is a frequent occurrence, mainly due to behavioural disorders. Aim of this research was to evaluate whether it can be useful to advice the owner at the moment of adoption about behavioural matters in order to prevent behaviouralpathologies and to decrease dogs' return rates to the shelter. Material and methods - The research involved 50 shelter dogs (25 subjects in the experimental group and 25 in the control group) and their adoptive families. Before dog adoption, only the families of the experimental group received standardised behavioural advices by a vet specialised in behavior. All dogs' behaviour was monitored through a follow-up questionnairefor 6 months after adoption. Results and discussion - 6 dogs were returned to shelter; two dogs were part of experimental group (one of them was brought back because of destructiveness, the other because of family matters) andfour dogs were included in the control group (two subjects were returned because of aggressiveness toward owners, one dog because of family management problems and the other one due to family matters). The owners of both groups have reported cases of aggressiveness and house soiling; these behaviours have decreased during follow-up period. Ourpreliminary results didn't show any significant statistical differences between the two groups of dogs, probably by the low number of subjects of this pilot study. Increasing the sample could clarify the importance of a correct owner's education before dogs' adoption.
veterinary (all)
Settore AGR/19 - Zootecnica Speciale
http://www.scivac.it
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Talamonti imp.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 935.97 kB
Formato Adobe PDF
935.97 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/511139
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact