Fedeltà alla legge e “attivismo giudiziale” in materia di decisioni mediche di fine vita