Le alterazionidelmetabolismo minerale in corso diinsufficienza renale cronica sono di frequen­ te riscontro e si associano a prognosi sfavorevole.Nonostante non sia tuttora chiaro quale sia ilprimum movens, è stato piO volte documentato come ilivellisierici divitamina D,paratormone (PTH), calcio, fosforo e fattore dicrescita deifibroblasti 23 (FGF-23) sono alterati, fin daiprimi stadidimalattia renale cronica (CKD) e diventano progressivamente pi(l prevalentialridursidel filtrato glomerulare (GFR). Recenti studiin vitro, suggeriscono che calcio, fosforo e vitamina D possono promuovere la formazione delle calcificazionivascolari, supportando cosll'idea di un legame tra ibiomarcatorisiericidelmetabolismo minerale ed il sistema cardiovascolare. Le calcificazionidei vasi riducono, infatti,la distensibilità delle arterie e contribuiscono aldanno cardiovascolare ed agli eventi cardiovascolari che rappresentano la prima causa di morte in CKD.In codesta rassegna siriassume l'evidenza corrente sulla fisiopatologia delle alterazioni delmetabolismo minerale osseo nell'insufficienza renale cronica (CKD-MBD), coslcome i trat­ tamentie le strategie terapeutiche per la suddetta sindrome.

Chronic Kidney Disease-Mineral Bone Disorder (CKD-MBD), coinvolgimento cardiovascolare e prognosi / A. Bellasi, M. Mangano, A. Galassi, M. Cozzolino. - In: GIORNALE ITALIANO DI NEFROLOGIA. - ISSN 1724-5990. - 34:suppl. 69(2017 Apr), pp. 150-161.

Chronic Kidney Disease-Mineral Bone Disorder (CKD-MBD), coinvolgimento cardiovascolare e prognosi

A Bellasi;A Galassi;M Cozzolino
2017-04

Abstract

Le alterazionidelmetabolismo minerale in corso diinsufficienza renale cronica sono di frequen­ te riscontro e si associano a prognosi sfavorevole.Nonostante non sia tuttora chiaro quale sia ilprimum movens, è stato piO volte documentato come ilivellisierici divitamina D,paratormone (PTH), calcio, fosforo e fattore dicrescita deifibroblasti 23 (FGF-23) sono alterati, fin daiprimi stadidimalattia renale cronica (CKD) e diventano progressivamente pi(l prevalentialridursidel filtrato glomerulare (GFR). Recenti studiin vitro, suggeriscono che calcio, fosforo e vitamina D possono promuovere la formazione delle calcificazionivascolari, supportando cosll'idea di un legame tra ibiomarcatorisiericidelmetabolismo minerale ed il sistema cardiovascolare. Le calcificazionidei vasi riducono, infatti,la distensibilità delle arterie e contribuiscono aldanno cardiovascolare ed agli eventi cardiovascolari che rappresentano la prima causa di morte in CKD.In codesta rassegna siriassume l'evidenza corrente sulla fisiopatologia delle alterazioni delmetabolismo minerale osseo nell'insufficienza renale cronica (CKD-MBD), coslcome i trat­ tamentie le strategie terapeutiche per la suddetta sindrome.
bilancio calcio e fosforo; paratormone; vitamina D; trattamento diCKD-MBD
Settore MED/14 - Nefrologia
GIORNALE ITALIANO DI NEFROLOGIA
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
GIN S69 cap 13.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 3.93 MB
Formato Adobe PDF
3.93 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/502595
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 3
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact