E' stato recentemente sostenuto che i prestiti obbligazionari di s.p.a. non sono soggetti alla postergazione dei finanziamenti anomali dei soci (artt. 2467 e 2497-quinquies c.c.) per vari profili di incompatibilità tra le rispettive discipline. In particolare, tale soluzione è argomentata in base ai limiti quantitativi all’emissione dei prestiti obbligazionari, al carattere speciale della disciplina delle obbligazioni subordinate, alla natura cartolare e di massa del prestito obbligazionario, nonché alle particolari condizioni che regolano i prestiti con facoltà od obbligo di conversione in azioni. Il contributo compie una ricostruzione dei criteri tipologici che governano l’applicabilità della postergazione dei finanziamenti anomali nelle società di capitali ed esamina i profili dell’ipotizzata incompatibilità tra postergazione e prestiti obbligazionari. All’esito di tale analisi, si fornisce una soluzione al problema che appare prevalentemente fondata sulle condizioni che consentono di applicare, in via analogica o diretta, la postergazione dei finanziamenti anomali alla s.p.a. non soggetta a direzione e coordinamento.

Postergazione dei finanziamenti anomali e prestito obbligazionario / N. Baccetti. - (2016 Dec 16).

Postergazione dei finanziamenti anomali e prestito obbligazionario

N. Baccetti
Primo
2016

Abstract

E' stato recentemente sostenuto che i prestiti obbligazionari di s.p.a. non sono soggetti alla postergazione dei finanziamenti anomali dei soci (artt. 2467 e 2497-quinquies c.c.) per vari profili di incompatibilità tra le rispettive discipline. In particolare, tale soluzione è argomentata in base ai limiti quantitativi all’emissione dei prestiti obbligazionari, al carattere speciale della disciplina delle obbligazioni subordinate, alla natura cartolare e di massa del prestito obbligazionario, nonché alle particolari condizioni che regolano i prestiti con facoltà od obbligo di conversione in azioni. Il contributo compie una ricostruzione dei criteri tipologici che governano l’applicabilità della postergazione dei finanziamenti anomali nelle società di capitali ed esamina i profili dell’ipotizzata incompatibilità tra postergazione e prestiti obbligazionari. All’esito di tale analisi, si fornisce una soluzione al problema che appare prevalentemente fondata sulle condizioni che consentono di applicare, in via analogica o diretta, la postergazione dei finanziamenti anomali alla s.p.a. non soggetta a direzione e coordinamento.
postergazione dei finanziamenti anomali dei soci; sottocapitalizzazione nominale; applicabilità della postergazione alle s.p.a. non soggette a direzione e coordinamento; prestito obbligazionario; limiti all'emissione di obbligazioni; obbligazioni convenzionalmente subordinate; natura cartolare e di massa dei titoli obbligazionari; prestiti obbligazionari convertibili e convertendi
Settore IUS/04 - Diritto Commerciale
http://ilsocietario.it/articoli/focus/postergazione-dei-finanziamenti-anomali-e-prestito-obbligazionario
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Postergazione dei finanziamenti anomali e prestito obbligazionario.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 144.19 kB
Formato Adobe PDF
144.19 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/464117
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact