Introduzione Il latte umano prodotto da madri sane e ben nutrite è considerato l’alimento ideale per i bambini nati a termine. La sua composizione varia tra madri e popolazioni diverse, nel corso dell’allattamento, e all’interno di una stessa poppata, ed è influenzata da diversi fattori, tra cui lo stile di vita della madre, inclusa la dieta. Molti studi pubblicati hanno considerato il ruolo della dieta della madre sulla composizione del latte utilizzando un disegno ecologico, stimando l’associazione in modo indiretto, o con un approccio qualitativo. Obiettivi Lo scopo di questa revisione sistematica è di sintetizzare l’evidenza disponibile da studi che quantifichino direttamente l’associazione tra dieta della madre e composizione del latte, considerando madri e figli sani. Metodi Abbiamo effettuato una ricerca bibliografica degli articoli pubblicati fino a gennaio 2015. Sono stati inclusi gli studi che fornivano una quantificazione diretta della relazione tra dieta della madre e qualsiasi componente nutrizionale del latte materno, con disegno osservazionale o sperimentale, riguardanti madri sane e bambini sani nati a termine. Sono stati esclusi gli studi che esaminavano il ruolo di integratori alimentari, che riguardavano il trasferimento di contaminanti dalla dieta della madre al latte materno, che includevano bambini o madri con problemi di salute, o che includevano popolazioni malnutrite. Risultati La ricerca bibliografica ha permesso di identificare 2,984 pubblicazioni, delle quali solo 31 rispettavano i criteri di inclusione/esclusione. Tra gli studi inclusi, 24 avevano un disegno osservazionale cross-sectional, mentre 7 avevano un disegno sperimentale, in cui la dieta della madre era controllata e predeterminata. In totale gli studi includevano 1,890 madri. Alcuni studi hanno esaminato la composizione del colostro (raccolto poche ore o pochi giorni dopo il parto), altri il latte di transizione (raccolto 1 o 2 settimane dopo il parto), altri ancora il latte maturo. L’informazione riportata negli studi riguardava differenti aspetti della dieta della madre e diverse componenti del latte materno. Molti studi hanno riportato una relazione tra dieta della madre e contenuto in acidi grassi del latte materno, mentre le informazioni su altri nutrienti sono limitate. Alcuni studi esaminavano la relazione tra consumo di pesce e contenuto di DHA nel latte materno. Pochi studi consideravano la relazione tra vitamina C assunta dalla madre e il contenuto di vitamina C nel latte. Conclusioni L’eterogeneità degli studi, sia in termini disegno dello studio e metodi utilizzati, sia di esposizione e outcome considerati, non consente di trarre conclusioni definitive sulla relazione tra dieta della madre e composizione del latte materno. La maggior parte dell’evidenza attualmente considerata nella pratica clinica deriva da studi basati su relazioni indirette.

Abitudini alimentari e composizione del latte materno: una revisione sistematica / F. Bravi, F. Wiens, A. Decarli, C. Agostoni, M. Ferraroni. ((Intervento presentato al 39. convegno Congresso dell'associazione italiana di epidemiologia : alimentazione e salute nell'era della globalizzazione tenutosi a Milano nel 2015.

Abitudini alimentari e composizione del latte materno: una revisione sistematica

F. Bravi;A. Decarli;C. Agostoni;M. Ferraroni
2015-10-29

Abstract

Introduzione Il latte umano prodotto da madri sane e ben nutrite è considerato l’alimento ideale per i bambini nati a termine. La sua composizione varia tra madri e popolazioni diverse, nel corso dell’allattamento, e all’interno di una stessa poppata, ed è influenzata da diversi fattori, tra cui lo stile di vita della madre, inclusa la dieta. Molti studi pubblicati hanno considerato il ruolo della dieta della madre sulla composizione del latte utilizzando un disegno ecologico, stimando l’associazione in modo indiretto, o con un approccio qualitativo. Obiettivi Lo scopo di questa revisione sistematica è di sintetizzare l’evidenza disponibile da studi che quantifichino direttamente l’associazione tra dieta della madre e composizione del latte, considerando madri e figli sani. Metodi Abbiamo effettuato una ricerca bibliografica degli articoli pubblicati fino a gennaio 2015. Sono stati inclusi gli studi che fornivano una quantificazione diretta della relazione tra dieta della madre e qualsiasi componente nutrizionale del latte materno, con disegno osservazionale o sperimentale, riguardanti madri sane e bambini sani nati a termine. Sono stati esclusi gli studi che esaminavano il ruolo di integratori alimentari, che riguardavano il trasferimento di contaminanti dalla dieta della madre al latte materno, che includevano bambini o madri con problemi di salute, o che includevano popolazioni malnutrite. Risultati La ricerca bibliografica ha permesso di identificare 2,984 pubblicazioni, delle quali solo 31 rispettavano i criteri di inclusione/esclusione. Tra gli studi inclusi, 24 avevano un disegno osservazionale cross-sectional, mentre 7 avevano un disegno sperimentale, in cui la dieta della madre era controllata e predeterminata. In totale gli studi includevano 1,890 madri. Alcuni studi hanno esaminato la composizione del colostro (raccolto poche ore o pochi giorni dopo il parto), altri il latte di transizione (raccolto 1 o 2 settimane dopo il parto), altri ancora il latte maturo. L’informazione riportata negli studi riguardava differenti aspetti della dieta della madre e diverse componenti del latte materno. Molti studi hanno riportato una relazione tra dieta della madre e contenuto in acidi grassi del latte materno, mentre le informazioni su altri nutrienti sono limitate. Alcuni studi esaminavano la relazione tra consumo di pesce e contenuto di DHA nel latte materno. Pochi studi consideravano la relazione tra vitamina C assunta dalla madre e il contenuto di vitamina C nel latte. Conclusioni L’eterogeneità degli studi, sia in termini disegno dello studio e metodi utilizzati, sia di esposizione e outcome considerati, non consente di trarre conclusioni definitive sulla relazione tra dieta della madre e composizione del latte materno. La maggior parte dell’evidenza attualmente considerata nella pratica clinica deriva da studi basati su relazioni indirette.
Settore MED/01 - Statistica Medica
Settore MED/38 - Pediatria Generale e Specialistica
Associazione Italiana di Epidemiologia
Università degli studi Milano - Bicocca
Abitudini alimentari e composizione del latte materno: una revisione sistematica / F. Bravi, F. Wiens, A. Decarli, C. Agostoni, M. Ferraroni. ((Intervento presentato al 39. convegno Congresso dell'associazione italiana di epidemiologia : alimentazione e salute nell'era della globalizzazione tenutosi a Milano nel 2015.
Conference Object
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/331039
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact