La poliammide 11 (PA11) e l’acido polilattico (PLA) derivano da fonti rinnovabili ma hanno proprietà diverse e diversamente interessanti. In linea di principio miscele dei due polimeri avrebbero un doppio vantaggio: da una parte derivare da fonti rinnovabili e dall’altra uno dei componenti essere compostabile. Poichè i due omopolimeri sono immiscibili, un copolimero a blocchi potrebbe essere usato come compatibilizzante. In questa comunicazione è riportata la sintesi e la caratterizzazione di copolimeri a due o a tre blocchi PA/PLA con una procedura che permette di ottenere lunghezza dei blocchi controllata e proprietà termiche della componente poliammidica compatibile con il processo di sintesi del PLA. Il blocco poliammidico è sintetizzato in presenza di regolatori di catena mono-, di- o poliamminico in modo da avere terminali di catena idonei ad operare come attivatore/regolatore del blocco PLA nelle condizioni di Ring Opening Polymerisation. Questo schema permette di ottenere sia copolimeri a due blocchi PA-b-PLA che a tre blocchi PLA-b-PA-b-PLA o anche strutture a stella con la componente polammidica come core. In quest’ultimo caso, la complessità costituzionale del core è stimabile applicando il modello dei poimeri a stella sviluppato dal gruppo. L’abbassamento del punto di fusione della componente poliammidica è ottenuto per copolimerizzazione di amminoundecanoico con, ad esempio, caprolattame o altri amminoacidi stabili nelle condizioni di policondensazione sino ad ottenere copoliammidi amorfe. La sintesi del blocco PLA è realizzata facendo reagire il lattide a 180°C in condizioni equivalenti alla sintesi dell’ompolimero. I prodotti ottenuti sono caratterizzati mediante analisi SEC, termica e reologica.

PA11-PLA block copolymers for PLA-PA11 blend compatibilization / G.D. Silvestro, M. Ortenzi, H. Farina, V. Sabatini, S. Antenucci. ((Intervento presentato al 21. convegno Convegno dell’Associazione Italiana di Scienza e Tecnologia delle Macromolecole tenutosi a Torino nel 2014.

PA11-PLA block copolymers for PLA-PA11 blend compatibilization

M. Ortenzi
Secondo
;
H. Farina;V. Sabatini
Penultimo
;
S. Antenucci
Ultimo
2014

Abstract

La poliammide 11 (PA11) e l’acido polilattico (PLA) derivano da fonti rinnovabili ma hanno proprietà diverse e diversamente interessanti. In linea di principio miscele dei due polimeri avrebbero un doppio vantaggio: da una parte derivare da fonti rinnovabili e dall’altra uno dei componenti essere compostabile. Poichè i due omopolimeri sono immiscibili, un copolimero a blocchi potrebbe essere usato come compatibilizzante. In questa comunicazione è riportata la sintesi e la caratterizzazione di copolimeri a due o a tre blocchi PA/PLA con una procedura che permette di ottenere lunghezza dei blocchi controllata e proprietà termiche della componente poliammidica compatibile con il processo di sintesi del PLA. Il blocco poliammidico è sintetizzato in presenza di regolatori di catena mono-, di- o poliamminico in modo da avere terminali di catena idonei ad operare come attivatore/regolatore del blocco PLA nelle condizioni di Ring Opening Polymerisation. Questo schema permette di ottenere sia copolimeri a due blocchi PA-b-PLA che a tre blocchi PLA-b-PA-b-PLA o anche strutture a stella con la componente polammidica come core. In quest’ultimo caso, la complessità costituzionale del core è stimabile applicando il modello dei poimeri a stella sviluppato dal gruppo. L’abbassamento del punto di fusione della componente poliammidica è ottenuto per copolimerizzazione di amminoundecanoico con, ad esempio, caprolattame o altri amminoacidi stabili nelle condizioni di policondensazione sino ad ottenere copoliammidi amorfe. La sintesi del blocco PLA è realizzata facendo reagire il lattide a 180°C in condizioni equivalenti alla sintesi dell’ompolimero. I prodotti ottenuti sono caratterizzati mediante analisi SEC, termica e reologica.
Settore CHIM/05 - Scienza e Tecnologia dei Materiali Polimerici
PA11-PLA block copolymers for PLA-PA11 blend compatibilization / G.D. Silvestro, M. Ortenzi, H. Farina, V. Sabatini, S. Antenucci. ((Intervento presentato al 21. convegno Convegno dell’Associazione Italiana di Scienza e Tecnologia delle Macromolecole tenutosi a Torino nel 2014.
Conference Object
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/255982
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact