This paper represents a preliminary analysis of a group of bone artifacts found at central district in Nora (Cagliari), during the excavations of the University of Milan. This group includes hair pins, sewing needles, and makeup applicators. The typological classification of these objects shows the real chronology of the context, the technology of bone materials and the women customs in ancient Rome. The bone-working study is still in a preliminary stage of research, and every new analyzed context can provide useful data to understand this craft.

Dai riempimenti di abbandono un quartiere residenziale obliterato dall’impianto delle Terme Centrali di Nora (Cagliari), proviene un nucleo di oggetti in osso lavorato comprendente aghi crinali, accessori per la cosmesi ed instrumenta domestica. Attraverso l’attribuzione tipologica dei vari elementi ed il confronto con altri contesti mediterranei, si tenta di fornire al contesto indagato nuovi spunti per l’allacciamento ad una cronologia assoluta, ed allo stesso tempo di ricostruire i gusti e le tendenze della donna romana nella Sardegna di prima età imperiale. Lo studio della lavorazione dell’osso in età romana non ha ancora raggiunto il livello scientifico delle altre attività artigianali, ed ogni nuovo contesto analizzato può suggerire nuovi dati per la piena comprensione di questa diffusa produzione.

Reperti in osso lavorato dal quartiere centrale di Nora / I. Frontori. - In: LANX. - ISSN 2035-4797. - 5:13(2012), pp. 117-140. [10.13130/2035-4797/3154]

Reperti in osso lavorato dal quartiere centrale di Nora

I. Frontori
Primo
2012

Abstract

Dai riempimenti di abbandono un quartiere residenziale obliterato dall’impianto delle Terme Centrali di Nora (Cagliari), proviene un nucleo di oggetti in osso lavorato comprendente aghi crinali, accessori per la cosmesi ed instrumenta domestica. Attraverso l’attribuzione tipologica dei vari elementi ed il confronto con altri contesti mediterranei, si tenta di fornire al contesto indagato nuovi spunti per l’allacciamento ad una cronologia assoluta, ed allo stesso tempo di ricostruire i gusti e le tendenze della donna romana nella Sardegna di prima età imperiale. Lo studio della lavorazione dell’osso in età romana non ha ancora raggiunto il livello scientifico delle altre attività artigianali, ed ogni nuovo contesto analizzato può suggerire nuovi dati per la piena comprensione di questa diffusa produzione.
This paper represents a preliminary analysis of a group of bone artifacts found at central district in Nora (Cagliari), during the excavations of the University of Milan. This group includes hair pins, sewing needles, and makeup applicators. The typological classification of these objects shows the real chronology of the context, the technology of bone materials and the women customs in ancient Rome. The bone-working study is still in a preliminary stage of research, and every new analyzed context can provide useful data to understand this craft.
osso; spilloni; Nora; edificio termale; Sardegna
Settore L-ANT/07 - Archeologia Classica
Settore L-ANT/10 - Metodologie della Ricerca Archeologica
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Frontori 2013, Reperti in osso lavorato dall’isolato centrale di Nora.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 595.17 kB
Formato Adobe PDF
595.17 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/255342
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact