Keeping to the main principles outlined by Viel in his introduction, the author reviews the corpus of a few regional troubadours, working in the Aquitaine-Auvergne region at the time of Peire Vidal’s production. The analysis of the tradition of Betran de Born, Monge de Montaudon, Gausbert de Poicibot and Guilhem de Saint-Didier is mainly focused on how the Occitan manuscripts C and R reuse poetic material stemming from the Eastern tradition.

Seguendo le linee guida indicate nella sua introduzione da Viel, l’autore analizza il corpus di alcuni trovatori regionali, attivi cioè in area aqui­tano-alverniate negli stessi anni in cui fu attivo poeticamente Peire Vidal. L’in­dagine sulla tradizione di Bertran de Born, del Monge de Montaudon, di Gausbert de Poicibot e di Guilhem de Saint-Didier è incentrata, in particolare, sul recupero di materiale poetico della tradizione orientale da parte dei manoscritti linguadociani C e R.

Su alcuni snodi nella tradizione della poesia trobadorica alla fine del 12. secolo / D. Mantovani. - In: CARTE ROMANZE. - ISSN 2282-7447. - 2:1(2014 Jul), pp. 357-382. [10.13130/2282-7447/4247]

Su alcuni snodi nella tradizione della poesia trobadorica alla fine del 12. secolo

D. Mantovani
2014

Abstract

Seguendo le linee guida indicate nella sua introduzione da Viel, l’autore analizza il corpus di alcuni trovatori regionali, attivi cioè in area aqui­tano-alverniate negli stessi anni in cui fu attivo poeticamente Peire Vidal. L’in­dagine sulla tradizione di Bertran de Born, del Monge de Montaudon, di Gausbert de Poicibot e di Guilhem de Saint-Didier è incentrata, in particolare, sul recupero di materiale poetico della tradizione orientale da parte dei manoscritti linguadociani C e R.
Keeping to the main principles outlined by Viel in his introduction, the author reviews the corpus of a few regional troubadours, working in the Aquitaine-Auvergne region at the time of Peire Vidal’s production. The analysis of the tradition of Betran de Born, Monge de Montaudon, Gausbert de Poicibot and Guilhem de Saint-Didier is mainly focused on how the Occitan manuscripts C and R reuse poetic material stemming from the Eastern tradition.
trovatori regionali; Bertran de Born; Monge de Montaudon; Gausbert de Poicibot; Guilhem de Saint-Didier; canzonieri C e R
Settore L-FIL-LET/09 - Filologia e Linguistica Romanza
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
4247-15208-1-PB.pdf

accesso aperto

Descrizione: PDF integrale dell'articolo
Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 409.5 kB
Formato Adobe PDF
409.5 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/254449
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact