Con lo scopo di identificare parametri utilizzabili in programmi di miglioramento genetico volti alla creazione/selezione di portainnesti resistenti alla clorosi ferrica sono stati analizzati due genotipi noti per il diverso grado di tolleranza al suolo calcareo: M1, tollerante e 101.14, suscettibile. Talee di ciascun genotipo sono state allevate in idroponica in condizioni di i) controllo (+Fe); ii) assenza di Fe (-Fe); iii) presenza di calcare attivo (+FeBic). Al termine dei 10 giorni di allevamento sono stati determinati alcuni dei principali parametri fisiologici legati agli scambi gassosi fogliari e, su radici e foglie, è stato dosato il contenuto di macro- e microelementi tramite ICP-MS. In generale, M1 allevato in +FeBic non manifestava variazioni rispetto al controllo, mentre in 101.14 sia la presenza di bicarbonato che la condizione - Fe causavano effetti negativi sui parametri analizzati. Attraverso dosaggio spettrofotometrico e western blotting sono stati valutati i principali meccanismi indotti dalla Fe carenza in piante a Strategia I (FC-R, H+-ATPasi, IRT1, PEPC) ed alcune delle principali attività della glicolisi e della via dei pentoso fosfati. In radici di M1 si segnalava un significativo incremento delle attività testate, mentre 101.14 esibiva scarsa attivazione della Strategia I in tutte le condizioni di allevamento, controllo incluso. In M1 l’uso di anticorpo contro l’H+-ATPasi ha evidenziato in entrambe le condizioni di Fe carenza la presenza di una seconda banda a PM inferiore a 105 KDa, che attraverso analisi nHPLC-ESI-MS/MS è stata identificata come una forma di H+-ATPasi con possibile delezione N terminale. Ulteriori indagini sono state condotte mediante l’uso di anticorpi contro le estremità C e N terminali dell’H+-ATPasi, le proteine 14.3.3 e la Thr-P per verificare se entrambe le estremità dell’H+-ATPasi possano essere coinvolte nella regolazione post traduzionale.

Meccanismi fisiologici e biochimici di tolleranza la clorosi ferrica in portainnesti di vite / S. Donnini, P. De Nisi, B. Prinsi, G. Zocchi. ((Intervento presentato al 10. convegno Giornate Scientifiche Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana tenutosi a Padova nel 2013.

Meccanismi fisiologici e biochimici di tolleranza la clorosi ferrica in portainnesti di vite

S. Donnini
Primo
;
P. De Nisi
Secondo
;
B. Prinsi
Penultimo
;
G. Zocchi
Ultimo
2013-06

Abstract

Con lo scopo di identificare parametri utilizzabili in programmi di miglioramento genetico volti alla creazione/selezione di portainnesti resistenti alla clorosi ferrica sono stati analizzati due genotipi noti per il diverso grado di tolleranza al suolo calcareo: M1, tollerante e 101.14, suscettibile. Talee di ciascun genotipo sono state allevate in idroponica in condizioni di i) controllo (+Fe); ii) assenza di Fe (-Fe); iii) presenza di calcare attivo (+FeBic). Al termine dei 10 giorni di allevamento sono stati determinati alcuni dei principali parametri fisiologici legati agli scambi gassosi fogliari e, su radici e foglie, è stato dosato il contenuto di macro- e microelementi tramite ICP-MS. In generale, M1 allevato in +FeBic non manifestava variazioni rispetto al controllo, mentre in 101.14 sia la presenza di bicarbonato che la condizione - Fe causavano effetti negativi sui parametri analizzati. Attraverso dosaggio spettrofotometrico e western blotting sono stati valutati i principali meccanismi indotti dalla Fe carenza in piante a Strategia I (FC-R, H+-ATPasi, IRT1, PEPC) ed alcune delle principali attività della glicolisi e della via dei pentoso fosfati. In radici di M1 si segnalava un significativo incremento delle attività testate, mentre 101.14 esibiva scarsa attivazione della Strategia I in tutte le condizioni di allevamento, controllo incluso. In M1 l’uso di anticorpo contro l’H+-ATPasi ha evidenziato in entrambe le condizioni di Fe carenza la presenza di una seconda banda a PM inferiore a 105 KDa, che attraverso analisi nHPLC-ESI-MS/MS è stata identificata come una forma di H+-ATPasi con possibile delezione N terminale. Ulteriori indagini sono state condotte mediante l’uso di anticorpi contro le estremità C e N terminali dell’H+-ATPasi, le proteine 14.3.3 e la Thr-P per verificare se entrambe le estremità dell’H+-ATPasi possano essere coinvolte nella regolazione post traduzionale.
Settore AGR/13 - Chimica Agraria
Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana
Meccanismi fisiologici e biochimici di tolleranza la clorosi ferrica in portainnesti di vite / S. Donnini, P. De Nisi, B. Prinsi, G. Zocchi. ((Intervento presentato al 10. convegno Giornate Scientifiche Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana tenutosi a Padova nel 2013.
Conference Object
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/247956
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact