Fatto giuridico "civile" e fatto giuridico "religioso": qualificazione statuale e indipendenza confessionale