Constructive trust, responsabilità patrimoniale e diritto internazionale privato alla luce di una recente sentenza svizzera