La Cassazione, l'iscrizione in bilancio delle azioni proprie e l'interpretazione delle norme "armonizzate"