Hugo Chávez o il sogno del potere eterno