Il Laboratorio di Diagnosi Virologica del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute collabora dal 1997 con l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e il Ministero della Salute in qualità di Centro di Riferimento Regionale (CRR) per la sorveglianza delle Paralisi Flaccide Acute (PFA) in Lombardia, nell’ambito del progetto OMS di eradicazione della Poliomielite. Il CRR coordina una rete di sorveglianza costituita da strutture ospedaliere lombarde il cui compito è quello di segnalare la presenza/assenza di casi con sintomi riferibili a tutte le tipologie di paralisi flaccide acute nei soggetti di età inferiore a 15 anni. Nel 2000 il CRR ha richiesto la collaborazione dell’Unità Operativa Prevenzione (UOP) della Direzione Generale Sanità (DGS) della Regione Lombardia per riorganizzare e rafforzare la rete di sorveglianza. I casi attesi sono 12/13 l’anno e gli enti aderenti sono tenuti ad inviare al CRR le feci da analizzare per escludere la presenza di Poliovirus. La rete è risultata inadeguata all’individuazione di tutti i casi, perciò con la collaborazione del DGS sono nate numerose iniziative, che sono state ridiscusse nel 2011 nella conferenza "Il lungo cammino verso l’eradicazione della Poliomielite" al termine della quale sono state previste nuove strategie: a)invio ogni 15 giorni di una e-mail al referente delle strutture come promemoria del report quindicinale; b)controllo, con la collaborazione dell’UOP, delle Schede di Dimissione Ospedaliera (SDO) del quadrimestre precedente, per individuare i casi non segnalati e richiamare le UO responsabili; c)invio del riepilogo dei report quindicinali e invio due volte l’anno di una relazione sull’attività svolta; d)creazione di uno spazio dedicato al progetto sul sito internet del Dipartimento e della Regione. Il miglioramento della rete in questi 15 anni di sorveglianza è stato valutato sulla base dell’incremento del numero di strutture aderenti, che è passato da 30 nel 1997 a 45 nel 2011 e alla puntualità dei referenti nella segnalazione dei report, che solo raramente hanno permesso il raggiungimento degli standard previsti. Infatti sono stati segnalati 149 casi sui 180 previsti con una media di 10 casi/anno. Sono stati analizzati 107 campioni: il 10% è risultato positivo per Enterovirus e il 3% per Poliovirus vaccinale. I restanti 42 casi non erano idonei per età (11), tipologia, tempo di raccolta o mancanza di campioni da testare (31). Dai risultati ottenuti le modifiche apportate negli anni hanno sostanzialmente migliorato la rete che però presenta ancora delle criticità. Resta da verificare se con questi ulteriori interventi verranno raggiunti gli standard mondiali.

1997-2011: quindici anni di sorveglianza delle Paralisi Flaccide Acute (PFA) in Lombardia nell’ambito del progetto OMS di eradicazione della Poliomielite / L. Coppola, A.B.E.L. Fiore, M. Gambino, S. Binda, L. Bubba, L. Pellegrinelli, V. Primache. ((Intervento presentato al 45. convegno Congresso SItI tenutosi a Forte Village Resort nel 2012.

1997-2011: quindici anni di sorveglianza delle Paralisi Flaccide Acute (PFA) in Lombardia nell’ambito del progetto OMS di eradicazione della Poliomielite

M. Gambino
Primo
;
S. Binda
Secondo
;
L. Bubba;L. Pellegrinelli;V. Primache
2013-10-03

Abstract

Il Laboratorio di Diagnosi Virologica del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute collabora dal 1997 con l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e il Ministero della Salute in qualità di Centro di Riferimento Regionale (CRR) per la sorveglianza delle Paralisi Flaccide Acute (PFA) in Lombardia, nell’ambito del progetto OMS di eradicazione della Poliomielite. Il CRR coordina una rete di sorveglianza costituita da strutture ospedaliere lombarde il cui compito è quello di segnalare la presenza/assenza di casi con sintomi riferibili a tutte le tipologie di paralisi flaccide acute nei soggetti di età inferiore a 15 anni. Nel 2000 il CRR ha richiesto la collaborazione dell’Unità Operativa Prevenzione (UOP) della Direzione Generale Sanità (DGS) della Regione Lombardia per riorganizzare e rafforzare la rete di sorveglianza. I casi attesi sono 12/13 l’anno e gli enti aderenti sono tenuti ad inviare al CRR le feci da analizzare per escludere la presenza di Poliovirus. La rete è risultata inadeguata all’individuazione di tutti i casi, perciò con la collaborazione del DGS sono nate numerose iniziative, che sono state ridiscusse nel 2011 nella conferenza "Il lungo cammino verso l’eradicazione della Poliomielite" al termine della quale sono state previste nuove strategie: a)invio ogni 15 giorni di una e-mail al referente delle strutture come promemoria del report quindicinale; b)controllo, con la collaborazione dell’UOP, delle Schede di Dimissione Ospedaliera (SDO) del quadrimestre precedente, per individuare i casi non segnalati e richiamare le UO responsabili; c)invio del riepilogo dei report quindicinali e invio due volte l’anno di una relazione sull’attività svolta; d)creazione di uno spazio dedicato al progetto sul sito internet del Dipartimento e della Regione. Il miglioramento della rete in questi 15 anni di sorveglianza è stato valutato sulla base dell’incremento del numero di strutture aderenti, che è passato da 30 nel 1997 a 45 nel 2011 e alla puntualità dei referenti nella segnalazione dei report, che solo raramente hanno permesso il raggiungimento degli standard previsti. Infatti sono stati segnalati 149 casi sui 180 previsti con una media di 10 casi/anno. Sono stati analizzati 107 campioni: il 10% è risultato positivo per Enterovirus e il 3% per Poliovirus vaccinale. I restanti 42 casi non erano idonei per età (11), tipologia, tempo di raccolta o mancanza di campioni da testare (31). Dai risultati ottenuti le modifiche apportate negli anni hanno sostanzialmente migliorato la rete che però presenta ancora delle criticità. Resta da verificare se con questi ulteriori interventi verranno raggiunti gli standard mondiali.
Settore MED/42 - Igiene Generale e Applicata
1997-2011: quindici anni di sorveglianza delle Paralisi Flaccide Acute (PFA) in Lombardia nell’ambito del progetto OMS di eradicazione della Poliomielite / L. Coppola, A.B.E.L. Fiore, M. Gambino, S. Binda, L. Bubba, L. Pellegrinelli, V. Primache. ((Intervento presentato al 45. convegno Congresso SItI tenutosi a Forte Village Resort nel 2012.
Conference Object
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/228251
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact