L'evento e il vivente. In Jacques Derrida