Il libro ricostruisce la vicenda del pittore novarese Bruno Polver (Novara, 1932). Tipico esempio di genius loci assurto nell’Olimpo dei numi tutelari dell’arte locale, la storia di Bruno Polver si svolge in larga parte nel Piemonte Orientale, con centro Novara, sua città natale nel 1932. Da qui partono brevi e remote esperienze in direzione di Torino e Milano, vere capitali d’avanguardia fra anni Cinquanta e Sessanta. In una autentica dinamica di centro e periferia, Polver porta in provincia quanto è riuscito a cogliere in quei luoghi di sperimentazione: così l’eco della Nuova Figurazione, come voce nel deserto, raggiunge le antiche strade novaresi, sebbene spoglia ormai di implicazioni esistenziali. Ben presto, non a caso, i motivi segnici e figurali di quella stagione migreranno nella decorazione musiva, prevalentemente di destinazione ecclesiastica. Il valore del segno, però, rimane una costante della sua ricerca, diventando ad un certo punto un motivo autonomo, congelato come unìimmagine simbolica spogliata dei suoi aspetti istintuali, diventando motivo decorativo applicato sia al mosaico che ad altri interventi, come quelli a vetrata. In pittura, invece, gesto istintintivo rimane preponderante nell’esperienza epigonale di ritorno all’Informale che si avvia nel suo percorso degli anni Ottanta: in un ammiccante omaggio al paesaggio delle risaie, esso diventa cifra di bella maniera.

Bruno Polver : iconografia del segno / L.P. Nicoletti. - Novara : Italgrafica, 2012. - ISBN 9788897398073.

Bruno Polver : iconografia del segno

L.P. Nicoletti
Primo
2012

Abstract

Il libro ricostruisce la vicenda del pittore novarese Bruno Polver (Novara, 1932). Tipico esempio di genius loci assurto nell’Olimpo dei numi tutelari dell’arte locale, la storia di Bruno Polver si svolge in larga parte nel Piemonte Orientale, con centro Novara, sua città natale nel 1932. Da qui partono brevi e remote esperienze in direzione di Torino e Milano, vere capitali d’avanguardia fra anni Cinquanta e Sessanta. In una autentica dinamica di centro e periferia, Polver porta in provincia quanto è riuscito a cogliere in quei luoghi di sperimentazione: così l’eco della Nuova Figurazione, come voce nel deserto, raggiunge le antiche strade novaresi, sebbene spoglia ormai di implicazioni esistenziali. Ben presto, non a caso, i motivi segnici e figurali di quella stagione migreranno nella decorazione musiva, prevalentemente di destinazione ecclesiastica. Il valore del segno, però, rimane una costante della sua ricerca, diventando ad un certo punto un motivo autonomo, congelato come unìimmagine simbolica spogliata dei suoi aspetti istintuali, diventando motivo decorativo applicato sia al mosaico che ad altri interventi, come quelli a vetrata. In pittura, invece, gesto istintintivo rimane preponderante nell’esperienza epigonale di ritorno all’Informale che si avvia nel suo percorso degli anni Ottanta: in un ammiccante omaggio al paesaggio delle risaie, esso diventa cifra di bella maniera.
Settore L-ART/03 - Storia dell'Arte Contemporanea
Bruno Polver : iconografia del segno / L.P. Nicoletti. - Novara : Italgrafica, 2012. - ISBN 9788897398073.
Book (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
catalogo polver 1 .pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 7.16 MB
Formato Adobe PDF
7.16 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/212947
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact