Il saggio prende l'avvio da specifiche osservazioni di Carl Schmitt sul concetto di "nemico" nelle lingue slave e attraverso uno studio interdisciplinare, psicologico, linguistico e scientifico-politico cerca di spiegare le radici concettuali della conflittualità privata e politica e della contrapposizione amicus (inimicus)-hostis

Il nemico nelle lingue slave : dal concetto di nemico come non-amico alla conflittualità privata e politica / A. Vitale - In: Amicus (Inimicus) Hostis : le radici concettuali della conflittualità privata e della conflittualità politica / M. Morani, G. Miglio, P. P. Portinaro, A. Vitale ; [a cura di] G. Miglio, A. Vitale. - Milano : Giuffrè, 1992. - ISBN 8814026777. - pp. 87-167

Il nemico nelle lingue slave : dal concetto di nemico come non-amico alla conflittualità privata e politica

A. Vitale
Primo
1992

Abstract

Il saggio prende l'avvio da specifiche osservazioni di Carl Schmitt sul concetto di "nemico" nelle lingue slave e attraverso uno studio interdisciplinare, psicologico, linguistico e scientifico-politico cerca di spiegare le radici concettuali della conflittualità privata e politica e della contrapposizione amicus (inimicus)-hostis
Amicus-hostis; Carl Schmitt; Categorie del politico; conflittualità; lingue slave; lingue indoeuropee; sociolinguistica; nemico; pace; guerra
Settore SPS/04 - Scienza Politica
Settore M-PSI/05 - Psicologia Sociale
Settore SPS/11 - Sociologia dei Fenomeni Politici
Settore L-LIN/01 - Glottologia e Linguistica
Settore L-LIN/21 - Slavistica
1992
Book Part (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/211363
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact