Il metodo genealogico oggi da un osservatorio mediolatino