PARENTELA, AMICIZIA E SERVIZIO: LA SIGNORIA DI CABRINO FONDULO A CREMONA