Introduzione: Diversi studi hanno dimostrato l’efficacia della Psicoterapia Breve Dinamica (STPP) nel trattamento dei disturbi depressivi minori (Maina et al., 2005). Il presente lavoro si pone l’obiettivo di confrontare l’efficacia della STPP dell’approccio psichiatrico di routine (TAU) in un campione di pazienti affetti da disturbi d’ansia (Disturbo di Panico, Ansia generalizzata, Fobia Sociale) o da depressione (disturbo depressivo maggiore, disturbo distimico). Metodologia: Sessanta pazienti affetti da disturbi d’ansia o da depressione, reclutati secondo i criteri del DSM IV TR (2000), dopo blocking randomization, sono stati assegnati in rapporto 1:1 ad un trattamento di 12 mesi con STPP o con TAU. Il trattamento STPP utilizzato nel presente studio deriva dalla terapia breve focale di Malan (Malan, 1976; Malan and Osimo, 1992) e prevede un numero di 40 sedute individuali a cadenza settimanale. Il trattamento TAU consisteva in un trattamento farmacologico combinato a una serie di colloqui clinici, secondo le linee guida della American Psychiatric Association (2006). La frequenza delle sedute poteva variare, da caso a caso, da un minimo di una seduta ad un massimo di 4 sedute al mese. I pazienti sono stati seguiti per 40 settimane. La valutazione dei sintomi psicopatologici è stata effettuata mediante Symptom Checklist 90-Revised (SCL-90-R), Inventory of Interpersonal Problems (IIP) e Clinical Global Impression Improvement Scale, all’inizio (T0) e al termine della terapia (T1). Risultati: I risultati dello studio evidenziano che i pazienti del gruppo STPP mostrano miglioramenti significativamente più elevati per quanto riguarda i punteggi alla Clinical Global Impression Improvement Scale e all’IIP, rispetto al gruppo di controllo. Conclusioni: Lo studio mostra come il trattamento mediante la STPP sia efficace per pazienti che soffrono sia di disturbi d’ansia che di depressione e che possa essere più efficace del TAU nel migliorare le relazioni interpersonali, come evidenziano i punteggi dell’IIP

Psicoterapia breve dinamica versus trattamento psichiatrico standard nel trattamento della depressione e dei disturbi d’ansia : uno studio clinico randomizzato / S. Fronza, P.M. Marinaccio, M. Porcellana, E.P. Nocito, P. Della Valentina, S. Bergamaschi, C.Bressi. ((Intervento presentato al 41. convegno Psicoterapia curare con le parole integrare con il nuovo dimostrare con le neuroscienze tenutosi a Torino nel 2012.

Psicoterapia breve dinamica versus trattamento psichiatrico standard nel trattamento della depressione e dei disturbi d’ansia : uno studio clinico randomizzato

C.Bressi
2012-06-09

Abstract

Introduzione: Diversi studi hanno dimostrato l’efficacia della Psicoterapia Breve Dinamica (STPP) nel trattamento dei disturbi depressivi minori (Maina et al., 2005). Il presente lavoro si pone l’obiettivo di confrontare l’efficacia della STPP dell’approccio psichiatrico di routine (TAU) in un campione di pazienti affetti da disturbi d’ansia (Disturbo di Panico, Ansia generalizzata, Fobia Sociale) o da depressione (disturbo depressivo maggiore, disturbo distimico). Metodologia: Sessanta pazienti affetti da disturbi d’ansia o da depressione, reclutati secondo i criteri del DSM IV TR (2000), dopo blocking randomization, sono stati assegnati in rapporto 1:1 ad un trattamento di 12 mesi con STPP o con TAU. Il trattamento STPP utilizzato nel presente studio deriva dalla terapia breve focale di Malan (Malan, 1976; Malan and Osimo, 1992) e prevede un numero di 40 sedute individuali a cadenza settimanale. Il trattamento TAU consisteva in un trattamento farmacologico combinato a una serie di colloqui clinici, secondo le linee guida della American Psychiatric Association (2006). La frequenza delle sedute poteva variare, da caso a caso, da un minimo di una seduta ad un massimo di 4 sedute al mese. I pazienti sono stati seguiti per 40 settimane. La valutazione dei sintomi psicopatologici è stata effettuata mediante Symptom Checklist 90-Revised (SCL-90-R), Inventory of Interpersonal Problems (IIP) e Clinical Global Impression Improvement Scale, all’inizio (T0) e al termine della terapia (T1). Risultati: I risultati dello studio evidenziano che i pazienti del gruppo STPP mostrano miglioramenti significativamente più elevati per quanto riguarda i punteggi alla Clinical Global Impression Improvement Scale e all’IIP, rispetto al gruppo di controllo. Conclusioni: Lo studio mostra come il trattamento mediante la STPP sia efficace per pazienti che soffrono sia di disturbi d’ansia che di depressione e che possa essere più efficace del TAU nel migliorare le relazioni interpersonali, come evidenziano i punteggi dell’IIP
Settore MED/25 - Psichiatria
Settore M-PSI/08 - Psicologia Clinica
http://www.odmbologna.it/news/archives/2012/05/xli_congresso_nazionale_sipm_psicoterapia_curare_con_le_parole_integrare_con_il_nuovo_dimostrare_con_le_neuroscienze.php
Psicoterapia breve dinamica versus trattamento psichiatrico standard nel trattamento della depressione e dei disturbi d’ansia : uno studio clinico randomizzato / S. Fronza, P.M. Marinaccio, M. Porcellana, E.P. Nocito, P. Della Valentina, S. Bergamaschi, C.Bressi. ((Intervento presentato al 41. convegno Psicoterapia curare con le parole integrare con il nuovo dimostrare con le neuroscienze tenutosi a Torino nel 2012.
Conference Object
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/202524
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact