Relatività del giudicato e prospettive di riforma