Moritz Geiger fra analogia e differenza. Note sul metodo di un ‘fenomenologo solo per un quarto'