Un frammento di Eschilo (F 297 Radt) restituito nella sua forma originale dal "Lexicon Ambrosianum"