This study focuses on the fifteenth century narrations about the lifes and deeds of condottieri, in particular Muzio Attendolo's biography by Antonio Minuti and Giovanni Simonetta's Commentarii dedicated to Francesco Sforza. These texts remarkably reveal the genuinity of inspiration and the military knowledge of the authors, and the fact that Minuti and Simonetta are strongly motivated in writing by their loyalty to their captains. Moreover, it is worthy to underline the “intentio auctorum”: both men intentionally aspire to the historiographical narration, according to the new canons of the humanistic historiography and the contemporary writings of Biondo, Bruni, Facio... Some inevitable aspects of “propaganda” don’t undermine the value of these works.

Il contributo esamina le narrazioni dei fatti dei condottieri del Quattrocento, in particolare la biografia di Muzio Attendolo di Antonio Minuti e i Commentarii di G. Simonetta dedicati a Francesco Sforza. Si nota la genuinità dell'ispirazione, la conoscenza delle cose militari di entrambi gli autori e la loro personale motivazione come fedeli seguaci dei loro capitani. Si sottolinea in entrambi l'intentio auctoris che aspira alla narrazione storiografica, in accordo con i canoni della nuova storiografia umanistica e con gli scritti di Biondo, Bruni, Facio... Qualche inevitabile aspetto di "propaganda" non toglie valore alle due narrazioni.

La fortuna e i fatti dei condottieri "con veritate, ordine e bono inchiostro narrati": Antonio Minuti e Giovanni Simonetta / M.N. Covini - In: Medioevo dei poteri : studi di storia per Giorgio Chittolini / [a cura di] M.N. Covini, M. Della Misericordia, A. Gamberini, F. Somaini. - Roma : Viella, 2012. - ISBN 978-88-8334-937-9. - pp. 215-244

La fortuna e i fatti dei condottieri "con veritate, ordine e bono inchiostro narrati": Antonio Minuti e Giovanni Simonetta

M.N. Covini
Primo
2012

Abstract

Il contributo esamina le narrazioni dei fatti dei condottieri del Quattrocento, in particolare la biografia di Muzio Attendolo di Antonio Minuti e i Commentarii di G. Simonetta dedicati a Francesco Sforza. Si nota la genuinità dell'ispirazione, la conoscenza delle cose militari di entrambi gli autori e la loro personale motivazione come fedeli seguaci dei loro capitani. Si sottolinea in entrambi l'intentio auctoris che aspira alla narrazione storiografica, in accordo con i canoni della nuova storiografia umanistica e con gli scritti di Biondo, Bruni, Facio... Qualche inevitabile aspetto di "propaganda" non toglie valore alle due narrazioni.
This study focuses on the fifteenth century narrations about the lifes and deeds of condottieri, in particular Muzio Attendolo's biography by Antonio Minuti and Giovanni Simonetta's Commentarii dedicated to Francesco Sforza. These texts remarkably reveal the genuinity of inspiration and the military knowledge of the authors, and the fact that Minuti and Simonetta are strongly motivated in writing by their loyalty to their captains. Moreover, it is worthy to underline the “intentio auctorum”: both men intentionally aspire to the historiographical narration, according to the new canons of the humanistic historiography and the contemporary writings of Biondo, Bruni, Facio... Some inevitable aspects of “propaganda” don’t undermine the value of these works.
condottieri; storiografia del Rinascimento
Settore M-STO/01 - Storia Medievale
Book Part (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/178513
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact