Sembra contraddittorio parlare di voyeurismo nel mondo del tatto. Ma è proprio questa contraddittorietà che stimola la ricerca di un nuovo modo di fruire l’arte. Come un voyeur, lo spettatore indugia sul particolare senza necessariamente cogliere l’insieme, lascia che i suoi sensi si eccitino in modo differenziato e interessato, prosegue a tentoni, senza meta, si perde e non necessariamente si ritrova eppure tenta di mantenere un ricordo possessivo, ossessivo, non comparativo dell’opera. È una fruizione aberrante? Forse. Ma è una fruizione che certa arte impone. Il mio tentativo è di indagare se di fruizione autentica si tratti. Per questo il percorso che propongo ha le sue radici nell’estetica del Settecento e intreccia percorsi diversificati, ma uniti da una ricerca prima di tutto percettologica. Ciò che desidero raccontare incomincia con il noto problema del cieco risanato esposto da William Molyneux e termina con un’indagine sulle forme più contraddittorie dell’arte novecentesca, dalla Body art all’Azionismo viennese.

Voyeurismo tattile. Un’estetica dei valori tattili e visivi / M. Mazzocut-Mis. - Genova : il melangolo, 2002. - ISBN 9788870184747.

Voyeurismo tattile. Un’estetica dei valori tattili e visivi

M. Mazzocut-Mis
Primo
2002

Abstract

Sembra contraddittorio parlare di voyeurismo nel mondo del tatto. Ma è proprio questa contraddittorietà che stimola la ricerca di un nuovo modo di fruire l’arte. Come un voyeur, lo spettatore indugia sul particolare senza necessariamente cogliere l’insieme, lascia che i suoi sensi si eccitino in modo differenziato e interessato, prosegue a tentoni, senza meta, si perde e non necessariamente si ritrova eppure tenta di mantenere un ricordo possessivo, ossessivo, non comparativo dell’opera. È una fruizione aberrante? Forse. Ma è una fruizione che certa arte impone. Il mio tentativo è di indagare se di fruizione autentica si tratti. Per questo il percorso che propongo ha le sue radici nell’estetica del Settecento e intreccia percorsi diversificati, ma uniti da una ricerca prima di tutto percettologica. Ciò che desidero raccontare incomincia con il noto problema del cieco risanato esposto da William Molyneux e termina con un’indagine sulle forme più contraddittorie dell’arte novecentesca, dalla Body art all’Azionismo viennese.
Philosophy ; Aesthetics ; Cultural Studies ; Fine Arts ; Theory of art ; History of ideas
Settore M-FIL/04 - Estetica
Voyeurismo tattile. Un’estetica dei valori tattili e visivi / M. Mazzocut-Mis. - Genova : il melangolo, 2002. - ISBN 9788870184747.
Book (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/177308
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact