Ricordo di Ernesto Bernareggi e di Franco Panvini Rosati