In relazione alla procedura di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza (d.lgs. n. 270/1999), il contributo esamina gli effetti della dichiarazione di insolvenza in una prospettiva che sottolinea la molteplicità di discipline degli effetti nelle diverse fasi di un procedimento unitario di insolvenza. In particolare, vengono analizzati gli effetti del c.d. periodo di osservazione in cui la provvisoria continuazione dell’esercizio dell’impresa è governata dal rinvio alla disciplina degli effetti delle procedure preventive. Vengono quindi esaminati gli effetti nei confronti del debitore che pongono l’alternativa tra gestione del debitore e gestione commissariale nel contesto di una gestione dell’impresa che assume carattere conservativo. In particolare, sono analizzati i profili di sostituzione, spossessamento e di separatezza patrimoniale, il regime degli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione, nonché la sorte dei beni indicati all’art. 46 l. fall. e quella dei beni sopravvenuti. Sono poi trattate le formalità necessarie per rendere gli atti opponibili ai terzi e i problemi connessi al pagamento dei debiti anteriori. Infine, l’analisi si sofferma sugli effetti della dichiarazione di insolvenza nei confronti dei creditori.

Effetti della dichiarazione dello stato di insolvenza / N. Baccetti - In: La nuova disciplina dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza : commentario al decreto legislativo 8 luglio 1999, n. 270 / [a cura di] A. Castagnola, R. Sacchi. - Torino : Giappichelli, 2000. - ISBN 883480757X. - pp. 92-117

Effetti della dichiarazione dello stato di insolvenza

N. Baccetti
Primo
2000

Abstract

In relazione alla procedura di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza (d.lgs. n. 270/1999), il contributo esamina gli effetti della dichiarazione di insolvenza in una prospettiva che sottolinea la molteplicità di discipline degli effetti nelle diverse fasi di un procedimento unitario di insolvenza. In particolare, vengono analizzati gli effetti del c.d. periodo di osservazione in cui la provvisoria continuazione dell’esercizio dell’impresa è governata dal rinvio alla disciplina degli effetti delle procedure preventive. Vengono quindi esaminati gli effetti nei confronti del debitore che pongono l’alternativa tra gestione del debitore e gestione commissariale nel contesto di una gestione dell’impresa che assume carattere conservativo. In particolare, sono analizzati i profili di sostituzione, spossessamento e di separatezza patrimoniale, il regime degli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione, nonché la sorte dei beni indicati all’art. 46 l. fall. e quella dei beni sopravvenuti. Sono poi trattate le formalità necessarie per rendere gli atti opponibili ai terzi e i problemi connessi al pagamento dei debiti anteriori. Infine, l’analisi si sofferma sugli effetti della dichiarazione di insolvenza nei confronti dei creditori.
Settore IUS/04 - Diritto Commerciale
Book Part (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/173565
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact