Un “alter ego” nascosto di Vincenzo Monti. Giovanni Antonio Maggi