La sindrome vertiginosa come disabilità