L’editoria milanese ha avuto un ruolo centrale nella traduzione delle letterature straniere, soprattutto dall’immediato dopoguerra a oggi, nel periodo in cui la letteratura tradotta è stata uno strumento essenziale alle istanze di rinnovamento del canone letterario nazionale. La fioritura di collane, il moltiplicarsi dei generi letterari tradotti, l’ambizione sempre più visibile di rispettare il testo originale, anche in lingue extraeuropee, hanno dato vita a un panorama ricco e articolato, documentato negli archivi del Centro APICE, da cui prendono le mosse la maggior parte dei contributi raccolti in questo volume. Essi riportano il dibattito sviluppato nel corso del Convegno di Studi La Fabbrica dei classici. La Traduzione delle Letterature straniere e l’Editoria milanese (1950-2021), che il Centro APICE ha organizzato nel novembre del 2021, presso l’Università degli Studi di Milano. Il titolo stesso evoca un luogo di costruzione e un dinamismo nell’organizzare e produrre che ben rappresentano l’alacrità del mondo editoriale milanese. Un’intraprendenza aperta alle suggestioni delle letterature straniere che caratterizza il capoluogo lombardo ben prima del 1950: la data non evidenzia il momento di una rottura, bensì la piena consapevolezza di una ripartenza che accelera – in modo impressionante e in più direzioni – un processo di modernizzazione e internazionalizzazione già in atto da tempo e destinato ancora a grandi trasformazioni. Questo volume ne rende testimonianza a partire innanzitutto dal lavoro dei traduttori che, di questa ‘fabbrica dei classici’, sono il vero motore.

La fabbrica dei classici. La Traduzione delle Letterature straniere e l'Editoria milanese (1950-2021) / [a cura di] A. Preda, N. Vallorani. - Milano : Ledizioni, 2023. - ISBN 9788855269827. (DI/SEGNI) ((.

La fabbrica dei classici. La Traduzione delle Letterature straniere e l'Editoria milanese (1950-2021)

A. Preda
;
N. Vallorani
2023

Abstract

L’editoria milanese ha avuto un ruolo centrale nella traduzione delle letterature straniere, soprattutto dall’immediato dopoguerra a oggi, nel periodo in cui la letteratura tradotta è stata uno strumento essenziale alle istanze di rinnovamento del canone letterario nazionale. La fioritura di collane, il moltiplicarsi dei generi letterari tradotti, l’ambizione sempre più visibile di rispettare il testo originale, anche in lingue extraeuropee, hanno dato vita a un panorama ricco e articolato, documentato negli archivi del Centro APICE, da cui prendono le mosse la maggior parte dei contributi raccolti in questo volume. Essi riportano il dibattito sviluppato nel corso del Convegno di Studi La Fabbrica dei classici. La Traduzione delle Letterature straniere e l’Editoria milanese (1950-2021), che il Centro APICE ha organizzato nel novembre del 2021, presso l’Università degli Studi di Milano. Il titolo stesso evoca un luogo di costruzione e un dinamismo nell’organizzare e produrre che ben rappresentano l’alacrità del mondo editoriale milanese. Un’intraprendenza aperta alle suggestioni delle letterature straniere che caratterizza il capoluogo lombardo ben prima del 1950: la data non evidenzia il momento di una rottura, bensì la piena consapevolezza di una ripartenza che accelera – in modo impressionante e in più direzioni – un processo di modernizzazione e internazionalizzazione già in atto da tempo e destinato ancora a grandi trasformazioni. Questo volume ne rende testimonianza a partire innanzitutto dal lavoro dei traduttori che, di questa ‘fabbrica dei classici’, sono il vero motore.
2023
Traduzione letteraria; editoria; ambiti internazionali; Milano
Settore L-FIL-LET/10 - Letteratura Italiana
Settore L-LIN/10 - Letteratura Inglese
Settore L-LIN/03 - Letteratura Francese
Settore L-LIN/05 - Letteratura Spagnola
Settore L-LIN/11 - Lingue e Letterature Anglo-Americane
Settore L-OR/12 - Lingua e Letteratura Araba
Settore L-OR/21 - Lingue e Letterature della Cina e dell'Asia Sud-Orientale
La fabbrica dei classici. La Traduzione delle Letterature straniere e l'Editoria milanese (1950-2021) / [a cura di] A. Preda, N. Vallorani. - Milano : Ledizioni, 2023. - ISBN 9788855269827. (DI/SEGNI) ((.
Book (editor)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2049-624-PB.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 2.11 MB
Formato Adobe PDF
2.11 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/1016928
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact